Commenta

A Soncino vince il sindaco del centrodestra Gabriele Gallina Malvezzi: 'Modello da imitare per il centrodestra'

AGGIORNAMENTO  – Carlo Malvezzi e Massimiliano Salini, esponenti di Ncd in Regione e a Strasburgo, esultano per il risultato ottenuto dal candidato del centrodestra Gabriele Gallina, di Forza Italia. “Sono convinto – afferma Malvezzi – che il successo elettorale di Gallina documenti due cose: là dove i partiti del centrodestra non cedono ai pur legittimi interessi di parte per aderire ad una proposta unitaria, risultano vincenti. Soncino rappresenta perciò un modello da imitare nelle future competizioni che attendono il nostro territorio”. 
In secondo luogo, per Malvezzi, all’origine della vittoria della coalizione che ha sostenuto Gallina “ci sono i dieci anni di buon governo targati Francesco Pedretti, che ha amministrato in modo esemplare, nei quali lo stesso Gallina ha sempre giocato un ruolo fondamentale. Oggi, Soncino ha scelto la continuità nel segno dell’esperienza e insieme della freschezza. Sono certo che Gabriele – conclude Malvezzi – saprà rispondere alle aspettative che l’elettorato ha riposto in lui”.

“Dalle elezioni amministrative  – commenta invece l’ex presidente della Provincia Salini -. bbiamo un’indicazione evidente: gli italiani hanno bisogno di un messaggio chiaro, sia a destra che a sinistra. Gli arzigogoli della politica, le strategie complesse, le simmetrie o asimmetrie degli apparentamenti e altri simili bizantinismi sono cose che confondono gli elettori. I quali o non votano, o votano chi dice cose semplici e comprensibili.Mentre ci avvoltoliamo da anni intorno alla possibile ricostruzione di una destra del “dopo-Berlusconi”, Salvini ha bagnato il naso a tutti, con una proposta discutibile fin che si vuole, ma talmente chiara e forte da portare la Lega a essere una forza di tutto rispetto anche al di fuori del Nord. Questo è il dato che, politicamente, deve interrogarci di più. Renzi ha i suoi problemi, che – se posso dirlo – non sono i nostri. Lasciamolo alle sue problematiche di rapporto con il suo elettorato e con i suoi oppositori interni. Noi – noi liberali, intendo, noi di centrodestra – abbiamo un altro problema: abbiamo lasciato un elettorato smarrito, che in mancanza d’altro ha scelto un politico di “destra” che ha alzato la voce invece di attardarsi in mille ragionamentini pseudo-politici che non interessano a nessuno. Poi vedremo meglio il merito delle questioni; ma dal punto di vista del metodo, la lezione di questa tornata elettorale è chiarissima. Sopratutto per un partito come Ncd.

E’ Gabriele Gallina il nuovo sindaco di Soncino e succede sulla poltrona che per 10 anni è stata di Francesco Pedretti. Gallina, leader della lista Centrodestra, ha battuto il candidato di centro sinistra Gabriele Moro, della lista Cambia Soncino e sulla candidata della lista Buongiorno Soncino Carla Urgesi. C’è da dire che se si unissero i voti dei due candidati perdenti, la somma sarebbe superiore ai voti presi da Gallina e questo forse non era nelle previsioni, come la bassa percentuale degli elettori, solo il 67.61% forse non ha favorito il candidato vincitore. Tutti calcoli e considerazioni empirici perché alla fine conta solo chi ha preso più voti, quindi Gallina che adesso deve pensare a formare la sua giunta. Primo impegno del neo sindaco sarà quello di presenziare al concerto della Repubblica di domani.

Questi i risultati dello spoglio, arrivato a tarda notte di domenica:

Lista 1 (Gallina): 2107 (50,8%)

Lista 2 (Urgesi): 690 (16,63%)

Lista 3 (Moro): 1350 (32,55%)

Tra i primi commenti a caldo, quello di Vittore Soldo, membro della segreteria regionale Pd: “Non ha vinto la voglia di cambiamento, ma faremo di tutto perché Soncino cambi lo stesso e in realtà è già cambiata durante questi mesi di campagna elettorale e questo fa ben sperare”.

© RIPRODUZIONE RISERVATAA

 

© Riproduzione riservata
Commenti