17 Commenti

175mila euro per climatizzare il Museo M5S: 'Ma anche anziani soffrono il caldo'

armadio 5stelle-evid

Perchè spendere 175mila euro per la climatizzazione della sala del ‘400 nel museo civico, quando gli anziani che non hanno aria condizionata in casa sono costretti a recarsi nei centri commerciali per respirare? L’esordio della discussione sul Bilancio preventivo, iniziata questa mattina alle 10 in Comune, è di Maria Lucia Lanfredi, consigliera del Movimento 5 Stelle, che parte proprio dall’intervento messo in programma quest’anno per il Museo, al fine di salvaguardare il prezioso armadio intarsiato del Platina, di proprietà della Curia, e depositato al museo Ala Ponzone, gravemente danneggiato anche a causa del microclima non ottimale. “Avete stanziato – ha detto Lanfredi – più o meno quanto viene previsto quest’anno come accantonamento, obbligatorio per legge, per interventi alle  barriere architettoniche allo stesso museo. Mentre avete collocato l’anno prossimo l’intervento sui sistemi di sicurezza del museo per 150mila euro. Come spiegherete ai cremonesi questa scala di priorità? Ricordate che molti anziani cremonesi in questi giorni si rifugiano nei supermercati per ripararsi dalla calura estiva”. L’alternativa? “Il Comune cerchi un altro mecenate per l’intervento sulla climatizzazione al museo civico, oppure restituisca l’armadio alla Diocesi”.

Lapidario il commento del capogruppo Pd Rodolfo Bona: “Trovo sgradevole che venga messo in contrapposzione un intervento dovuto per la conservazione di opere capitali di Cremona, con i problemi degli anziani legati al clima. Lo trovo paradossoale e sono in difficoltà a rispondere”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • antonio1956

    Brava Maria Lucia, sono con lei, Non si capisce la sgradevolezza di Bona (interessata ?). L’armadio di Platina è di proprietà della Diocesi e potrebbe essere collocato utilmente nel neo museo di piazza S.Antonio Maria Zaccaria, nel palazzo costruito da Offredi. Il Comune si dovrebbe occupare degli anziani in difficoltà.

    • Tapiro

      Anziani italiani in particolar modo, che sono quelli che hanno fatto l italia del dopoguerra.
      Non preoccuparsi di trasformare scuole in ostelli per immigrati…. ….

  • antonio1956

    Brava Maria Lucia, sono con lei, Non si capisce la sgradevolezza di Bona (interessata ?). L’armadio di Platina è di proprietà della Diocesi e potrebbe essere collocato utilmente nel neo museo di piazza S.Antonio Maria Zaccaria, nel palazzo costruito da Offredi. Il Comune si dovrebbe occupare degli anziani in difficoltà.

    • Tapiro

      Anziani italiani in particolar modo, che sono quelli che hanno fatto l italia del dopoguerra.
      Non preoccuparsi di trasformare scuole in ostelli per immigrati…. ….

  • antonio1956

    I paradossi sono altri !

  • antonio1956

    I paradossi sono altri !

  • Tapiro

    Anziani italiani in particolar modo, che sono quelli che hanno fatto l italia del dopoguerra.
    Non preoccuparsi di trasformare scuole in ostelli per immigrati

  • Edmondo Trivella

    una considerazione politica di vero spessore sociologico quella che ci viene proposta, con questo caldo, dai rappresentanti stellati…concretamente proporrei con l’ amico Cetto Laqualunque: ” chiù condizionamento pittutti!”

  • Edmondo Trivella

    una considerazione politica di vero spessore sociologico quella che ci viene proposta, con questo caldo, dai rappresentanti stellati…concretamente proporrei con l’ amico Cetto Laqualunque: ” chiù condizionamento pittutti!”

  • nbc

    Quell’armadio è stato alla mercè per decenni delle stagioni , dei turisti e scolaresche, per quale motivo il Comune dovrebbe poi spendere le sue magre risorse per un bene di proprietà della Diocesi? Come mai chi invita continuamente alla solidarietà non mette a disposizione le sue “notevoli “risorse? Il Seminario è vuoto? Quale occasione migliore per mettere in pratica davvero la propria dottrina ?!.

    • un fascio di luce

      la Diocesi e l’IDSC, oltre al Seminario, potrebbero render disponibili anche gli appartamenti che possiedono in città (anzichè affittarli agli assessori x pochi euro al mese…. in via Platina!!) e la loro residenza in zona Ospedale…
      altro che spender soldi del Comune, ricavati da tasse e multe per beni di proprietà altrui. che riparino le case dell’Aler piuttosto!!!

      • Ussignùur

        Ussignùur….
        Che vergogna. Ma chi si deve vergognare di più: chi concede in affitto o chi approfitta… E chi ne è a conoscenza e tace??
        Iniziamo a cambiare marciapiedi quando li incrociamo e togliere il saluto a chi approfitta così biecamente, e senza alcuna necessità, della propria posizione di potere. Non cambieremo le cose ma che almeno vedano il nostro disappunto!!

  • nbc

    Quell’armadio è stato alla mercè per decenni delle stagioni , dei turisti e scolaresche, per quale motivo il Comune dovrebbe poi spendere le sue magre risorse per un bene di proprietà della Diocesi? Come mai chi invita continuamente alla solidarietà non mette a disposizione le sue “notevoli “risorse? Il Seminario è vuoto? Quale occasione migliore per mettere in pratica davvero la propria dottrina ?!.

    • un fascio di luce

      la Diocesi e l’IDSC, oltre al Seminario, potrebbero render disponibili anche gli appartamenti che possiedono in città (anzichè affittarli agli assessori x pochi euro al mese…. in via Platina!!) e la loro residenza in zona Ospedale…
      altro che spender soldi del Comune, ricavati da tasse e multe per beni di proprietà altrui. che riparino le case dell’Aler piuttosto!!!

      • Ussignùur

        Ussignùur….
        Che vergogna. Ma chi si deve vergognare di più: chi concede in affitto o chi approfitta… E chi ne è a conoscenza e tace??
        Iniziamo a cambiare marciapiedi quando li incrociamo e togliere il saluto a chi approfitta così biecamente, e senza alcuna necessità, della propria posizione di potere. Non cambieremo le cose ma che almeno vedano il nostro disappunto!!

  • Sorcio Verde

    Portiamo gli anziani al museo….

  • Sorcio Verde

    Portiamo gli anziani al museo….