Commenta

Cna-Equitalia, firmato accordo per migliorare l'assistenza alle aziende

cna-equitalia-ev

E’ stato siglato nel pomeriggio di mercoledì 8 luglio, a Milano, l’accordo tra Cna Cremona ed Equitalia Nord per l’attivazione dello “sportello telematico”, un canale dedicato che consente di migliorare e semplificare il rapporto tra Equitalia e le realtà produttive. Il protocollo d’intesa, che prevede anche l’organizzazione di tavoli tecnici, incontri e seminari finalizzati ad approfondire aree tematiche sull’attività della riscossione, è stato firmato dal presidente di Cna Cremona, Giovanni Bozzini e dal direttore regionale Lombardia di Equitalia Nord, Luigi Favè.

“L’avvio della collaborazione, che avrà una durata di due anni – afferma Luigi Favè – si inserisce nel percorso di ascolto intrapreso dal Gruppo Equitalia. Lo sportello dedicato permetterà di rafforzare il dialogo con le aziende locali, consentendo alle associate alla Cna di semplificare gli adempimenti e di avere un’assistenza sempre più attenta alle loro esigenze”.

L’obiettivo  al centro dell’intesa sottoscritta è quello di migliorare i servizi a favore delle imprese, grazie a canali dedicati di assistenza e informazione che incrementino un confronto continuo, agevolando i rapporti tra il mondo della riscossione e quello imprenditoriale. Infatti, attraverso il sito internet www.gruppoequitalia.it, i funzionari di Cna Cremona potranno utilizzare il form presente nella sezione Associazioni e Ordini e, allegando la documentazione necessaria, ricevere consulenza per conto delle aziende associate sulle situazioni più semplici o, per i casi di particolare complessità, fissare un appuntamento nel più breve tempo possibile.

“Grazie al protocollo d’intesa sottoscritto con Equitalia Nord – commenta Bozzini – abbiamo voluto semplificare le relazioni col fisco per le imprese associate a Cna Cremona. La nostra Associazione, infatti, grazie allo sportello diventerà un facilitatore nella relazione Equitalia-imprese, alleggerendo le loro difficoltà. I problemi che le aziende hanno erano e sono ancora in parte nelle norme che Equitalia è costretta, come ente pubblico, ad eseguire. Per questo noi stiamo aspettando che la riforma fiscale colmi ulteriori lacune di una normativa sulla rateizzazione ancora troppo disomogenea e farraginosa. Nell’atesa che qualcosa succeda prima o poi a livello normativo come Associazione non stiamo certo a guardare e questa iniziativa ne è la dimostrazione, rientrando nell’impegno costante che la Cna impiega nel contrastare la burocrazia e nel rendere più semplice il lavoro per i nostri imprenditori”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti