Commenta

Scontri Dordoni Casapound: tutti liberi Chiesta proroga indagini

scontri casapound-evid

Sono tutti liberi gli esponenti del centro sociale Dordoni di Cremona e i militanti di Casapound coinvolti negli scontri del 18 gennaio scorso in via Mantova in cui ci fu il ferimento di Emilio Visigalli, membro del Dordoni. Tutte le misure cautelari rimaste, compreso l’obbligo di firma, sono state revocate in seguito all’attenuazione del rischio di inquinamento probatorio, di reiterazione del reato e in virtù dell’atteggiamento collaborativo degli indagati, accusati a vario titolo di rissa aggravata e porto di oggetti atti ad offendere. Ai soli Gianluca Galli e Guido Taietti è contestato il reato di tentato omicidio. Intanto la procura ha chiesto una proroga di sei mesi dei termini per le indagini preliminari.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti