Ultim'ora
Commenta

Debutta nel week end dell'Arcimboldo la nuova stagione dei musei

Primo fine settimana di settembre all’insegna della cultura a Cremona. Tutto ruota attorno ai musei del sistema Muselae cittadino, che il Comune sta strenuamente cercando rilanciare. Domenica 6 settembre sarà la prima ad ingresso gratuito nei musei civici, cosa che si ripeterà ogni prima domenica del mese. Rientrano nell’iniziativa il Museo Civico “Ala Ponzone” a Palazzo Affaitati ed il Museo Archeologico di San Lorenzo. Un’occasione imperdibile per ammirare il patrimonio artistico che le due sedi ospitano (l’ingresso al Museo di Storia Naturale e al Museo della Civiltà Contadina è già gratuito).
Questa innovazione fa parte delle modifiche apportate dal Consiglio comunale al Regolamento di funzionamento del Sistema Museale tenendo conto delle indicazioni del ministro dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo Dario Franceschini,  dell’opportunità di adeguarsi al modello dei musei statali (che comprende non solo la tariffa intera per gli over 65, ma anche la gratuità fino a 18 e la riduzione fino a 25 anni).

BENTORNATO ARCIMBOLDO – E’ terminato nella mattinata del 4 settembre l’allestimento nella nuova collocazione con pannelli informativi, del dipinto Scherzo di ortaggi, meglio noto come L’Ortolano, di Giuseppe Arcimboldo, ora  pronto ad accogliere i i visitatori che, avvicinandosi all’opera, saranno avvolti anche dalla musica. Questo è possibile grazie a due  progetti, Pioggia sonora e ARTUNE, che debutteranno domani, sabato 5 settembre, in occasione della serata – concerto, ‘Bentornato Arcimboldo, a partire dalle 21, nel cortile del Museo Civico “Ala Ponzone”, a ingresso libero.

Attraverso una particolare installazione, Pioggia sonora, ideata da Michele Bozzetti, il visitatore che si avvicinerà al dipinto verrà infatti sorpreso dalla musica. E’ un commento acustico che ha origine e potenzia l’esperienza emozionale della visione dell’opera di Arcimboldo e che crea un “discorso” critico e interpretativo intorno al dipinto. Grazie alla collaborazione del Dipartimento di Musicologia e Beni Culturali dell’Università di Pavia, la pioggia sonora offre una playlist d’autore il cui valore si misura sulla pertinenza, sulla precisione linguistica e sulla forza comunicativa ed emozionale, una vera e propria “curatela musicale” firmata da Angela Romagnoli che spazia da Claudio Monteverdi a Anton von Webern. Alcuni brani sono inoltre stati eseguiti con gli strumenti della collezione storica Carlo Alberto Carutti, conservata nella sezione Le Stanze per la Musica del Museo Civico.
Questo, accanto ad ARTUNE, innovativo progetto di storytelling musicale per l’arte che coinvolge capolavori, musica e web, creando una nuova forma di narrazione delle opere attraverso un percorso fruibile mediante Spotify, la popolare piattaforma di streaming musicale, coinvolgendo artisti come Gianni Morandi, Francesco Renga, Elio, Fiorella Mannoia, Nicolò Fabi, Caparezza, Giuliano Sangiorgi, Franz di Cioccio, la Banda Osiris e Frankie Hi-Nrg Mc, ideatore del progetto insieme a Materie Prime Circolari snc (www.artune.it).  L’Ortolano di Arcimboldo è stato scelto come prima opera per il debutto di ARTUNE, ideato da Frankie hi-nrg mc e Materie Prime Circolari snc. ARTUNE sceglie infatti un capolavoro dell’arte e coinvolge grandi artisti ognuno dei quali realizza una playlist di 5 brani ispirandosi alla visione del quadro, con un breve commento in voce che ne accompagni l’ascolto e la integri: le playlist ed i commenti sono ospitati in esclusiva su Spotify. Il percorso tracciato da ARTUNE rappresenta un’audioguida emozionale, capace di guidare gli utenti all’esplorazione di un’opera mediante le suggestioni della musica. Grazie al WI-FI gratuito si potrà ascoltare ARTUNE anche di fronte all’opera, mediante il proprio smartphone (munito di auricolari).
Al grande concerto di domani si esibirà il duo Musica Nuda composto da Petra Magoni (voce) e Ferruccio Spinetti (contrabbasso), a seguire sarà la volta del curioso Conciorto, progetto di musica e ortaggi di Biagio Bagini e Gian Luigi Carlone (uno dei fondatori della Banda Osiris). Special guest della serata Frankie hi-nrg mc che racconterà il suo progetto ARTUNE ed insieme ai musicisti ospiti regalerà una piacevole sorpresa al pubblico.

L’ORTOLANO DIVENTA ANCHE FUMETTO – Ma non solo musica per salutare il ritorno de L’Arcimboldo. Il Centro Fumetto “Andrea Pazienza”, in collaborazione con Sergio Bonelli Editore (il più importante editore italiano del settore), ha realizzato infatti un piccolo album a fumetti che parla proprio di questo quadro e del suo particolare autore. L’albo è intitolato per l’appunto Il ritorno dell’Ortolano e contiene una breve storia di cui è protagonista Martin Mystère, il detective dell’impossibile creato dal vulcanico sceneggiatore Alfredo Castelli. Il ritorno dell’Ortolano  esce proprio domani e sarà in vendita anche alla biglietteria del bookshop del Museo Civico. All’ingresso del museo sarà inoltre allestita una piccola mostra che consentirà ai visitatori di ammirare le tavole originali del fumetto. La mostra sarà abbinata alle realizzazioni del progetto Arcimboldo in 3D curato dal Liceo Artistico “Bruno Munari”.

E proprio gli allievi Liceo Artistico “Bruno Munari” sono gli autori delle opere, sempre ispirate all’Ortolano, che saranno esposte fino al 9 ottobre al Museo Civico nella mostra, appositamente allestita, dal titolo L’Arcimboldo secondo “Il Munari”.

LE INIZIATIVE DELL’11 SETTEMBRE – Inoltre, a corollario, venerdì 11 settembre, alle ore 18, sempre al Museo Civico “Ala Ponzone”, con il patrocinio e la collaborazione del Comune di Cremona, viene presentato, a cura dell’Associazione pAssaggi,  il libro Arcimboldo, gustose passioni  (Cairo editore), scritto da Ketty Magni. Sarà presente l’autrice intervistata dal giornalista Marco Bazzani. Partecipa l’attrice Daniela Coelli. Il libro racconta in forma romanzata la vita dell’autore del dipinto esposto nella Pinacoteca, tra realtà e fantasia, attraverso le parole di una scrittrice che da anni, con i suoi libri, si muove tra storia, arte e cucina. Si tratta di un appuntamento con gli autori all’interno della rassegna Tavole Abitate. Gusto e disgusto, delizie e sofferenze del palato.
Infine, sempre venerdì 11 settembre, spazio ai giovani e alla contaminazione con l’arte contemporanea in un evento promosso da Pro Cremona e Archvoyage con la collaborazione di Giochi di Luce. Alle 19,30, nel cortile del Museo Civico “Ala Ponzone”,  sette artisti, di età compresa tra i 18 e i 35 anni, selezionati da Federico Di Gesù e Nicholas Sudati di Whatsart, esporranno al pubblico le loro opere. Seguirà la presentazione dei primi sei artisti presenti all’evento, e poi il progetto Sottosopra realizzato da Archvoyage, gruppo di studenti del Politecnico di Milano sede di Piacenza. Grazie ad un’installazione, un cubo costituito da un gazebo con teli di proiezione posizionato al centro della corte, sarà possibile vedere alcuni video girati in territorio cremonese tutti ispirati all’immagine rovesciata del quadro de l’Arcimboldo. Un particolare suggestivo: vi sarà la possibilità di entrare nel cubo osservando il progetto nella sua totalità e tridimensionalità. Durante tutto l’evento aperitivo accompagnato da un DJ-set.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti