Ultim'ora
Commenta

'Nessuna guerra con ambulanti' Comune tende la mano su festa torrone

Nessun segreto svelato, nessuna anticipazione ai giornalisti rispetto alla categoria del ambulanti. L’incontro di oggi con la stampa per spiegare il punto di vista dell’amministrazione sulla polemica Torrone – mercato, è stato voluto dall’assessore Barbara Manfredini perche “nessuna mia dichiarazione era ancora apparsa sulla vicenda”. Le bordate degli ambulanti di Confesercenti all’indirizzo del Comune, per la scelta di spostarli da piazza Stradivari tra 21 e 29 novembre, sono state a senso unico e adesso l’amministrazione ritiene doveroso precisare che “qui non si vuole far guerra al mercato ambulante, ma semmai smorzare i toni, che peraltro non ho mai alzato personalmente. Domani ci confronteremo con Confesercenti, associazione che ha a cuore il bene della città come dimostrano le iniziative che pensa e organizza; poi mercoledì ci sarà la commissione Commercio”. Nessuna chiusura, quindi. Manfredini ribadisce le motivazioni che hanno fatto propendere per lo spostamento dei banchi  da piazza Stradivari a Corso Vittorio Emanuele nei tre giorni mercatali compresi tra 21 e 29 novembre: valorizzare una manifestazione che attira a Cremona 200mila persone e gode di una ribalta nazionale. “Vogliamo che anche il mercato ne tragga vantaggio – spiega – Per questo riteniamo che la dislocazione in corso Vittorio Emanuele possa essere utile, perchè è in continuità con i banchi del torrone e da qui passeranno tutti i visitatori provenienti da porta Po e dal piazzale delle piscine, dove saranno alloggiati i camperisti”.

Dirigente della Provincia, settore Turismo, per svariati anni, prima di diventare assessore, Manfredini sa bene quale lavoro sia stato fatto nel corso degli anni per connotare Cremona come città del Torrone (dolci e gelati al torrone, ripresa dell’attività di produzione artigianale anche nelle pasticcerie; promozione a Milano, dove da qualche anno inizia il corteo storico nonchè sulle Dolomiti e sulla riviera romagnola).  Un patrimonio che non va disperso. La nuova collocazione dei banchi del mercato sarà comunicata con depliant informativi che saranno distribuiti molto prima agli ambulanti, in modo che la clientela sappia dove andare a trovarli durante i tre giorni di spostamento. “Nessun lo mette in rilievo – afferma ancora l’assessore – ma non dimentichiamo che il week end del 24 e 25 ottobre, quando non è previsto alcuno spostamento del mercato, vedrà un anticipo della festa con il patrocinio di Expo: il corteo storico partirà all’interno dell’area milanese per poi terminare a Cremona. E questo, lo ribadisco, senza alcuno spostamento dei banchi del mercato, in un evento che avrà visibilità mondiale”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti