2 Commenti

'Parole, parole, parole' Il Papa cita Mina e la sua celebre canzone

Nell’omelia della Messa del mattino celebrata a Casa Santa Marta, Papa Francesco ha citato Mina, la ‘Tigre di Cremona’, e la sua celebre canzone ‘Parole, parole, parole’, per far capire meglio il concetto dell’importanza del perdono per i cristiani. Nell’omelia, il Pontefice ha chiesto di “fermare la produzione delle armi perché la guerra annienta”. La guerra – ha detto Papa Francesco – esiste anche “nelle nostre comunità cristiane, fra noi”. “Ogni giorno, quando preghiamo il Padre Nostro diciamo: ‘Perdonaci, come noi perdoniamo…’. E’ un ‘condizionale’. Cerchiamo di ‘convincere’ Dio ad essere buono, come noi siamo buoni perdonando. Parole, no? Come si cantava in quella bella canzone: ‘Parole, parole, parole, soltanto parole’, no? Credo che Mina la cantasse. Parole!”, ha  concluso Francesco, citando il ritornello del successo di Mina. Il brano è stato uno dei grandi successi della discografia di Mina. Sigla di chiusura del programma televisivo Teatro 10, andato in onda dall’11 marzo al 13 maggio 1972, fu realizzato dalla cantante in coppia con l’attore Alberto Lupo con il quale Mina appariva in video.

IL VIDEO E’ VISUALIZZABILE ALL’INDIRIZZO: http://www.liberatv.ch/articolo/30663/e-papa-francesco-cita-mina-durante-lomelia-della-messa-parole-parole-parole-guarda-il#video

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Massimo Franzini

    Fine teologo. Tra poco citerà clandestino di Manu Chao:

    Solo voy con mi pena

    Sola va mi condena

    Correr es mi destino

    Para burlar la ley

    Perdido en el corazón

    De la grande Babylon

    Me dicen el clandestino

    Por no llevar papel

  • Massimo Franzini

    Fine teologo. Tra poco citerà clandestino di Manu Chao:

    Solo voy con mi pena

    Sola va mi condena

    Correr es mi destino

    Para burlar la ley

    Perdido en el corazón

    De la grande Babylon

    Me dicen el clandestino

    Por no llevar papel