Commenta

Vezzini, riunione con Fava: l'agricoltura resta al territorio

Molte le questioni affrontate dal presidente della Provincia Carlo Vezzini che ha incontrato l’assessore regionale Gianni Fava in Provincia, alla presenza del coordinatore funzionale Massimo Placchi, del dirigente di settore Andrea Azzoni e Francesca Pontiggia della Ufficio di Presidenza. Tra queste le linee che saranno alla base del piano di contenimento delle nutrie, l’emergenza cinghiali, le forti criticità della Pac, nonché le prossime tappe che seguiranno il passaggio della delega dell’agricoltura (non più della Provincia – ndR) che, ha assicurato Fava, rimarrà sul territorio.

“Abbiamo discusso di molteplici aspetti che sono al centro delle questioni scottanti dell’agricoltura, sempre più oppressa da annate produttive difficili, mercato in crisi, esigenze di liquidità – ha commentato Vezzini – A breve discuteremo anche di ipotesi di aree vaste lungo il Po, insieme ai colleghi mantovani. Ragionare in termini di unità territoriali è fondamentale soprattutto quando gli enti sono soggetti a continui tagli ai trasferimenti e necessità organizzative che richiedono una diversa risposta alle esigenze delle comunità”.

“Infine, si sono poste con l’assessore regionale Fava, le basi per un progetto che vede la costituzione di un tavolo agricolo locale permanente che, sulla base dei nuovi asset delle aree vaste, possa farsi promotore di iniziative e collettore di richieste del settore primario” – ha concluso Vezzini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti