2 Commenti

Iniziato il censimento di bici, auto e moto 'E venerdì tutti al lavoro pedalando' In via Brescia conteggia 130, biciclette in un'ora

Foto Sessa

AGGIORNAMENTO – Circa 130 biciclette e 80 persone a piedi hanno transitato questa mattina attraverso il sottopassaggio di via Brescia, dove da qualche mese è in corso la sperimentazione che prevede il divieto ai mezzi motorizzati. Il conteggio è solo parziale è ed riferito alla fascia oraria tra le 7,30 e le 8,30. Il transito è particolarmente intenso tra le 7,45 e le 8, sono soprattutto studenti che si recano verso il centro città. E poi tra le 8,15 e le 8,30, quando il transito è rappresentato dai bambini che si recano, spesso a gruppi, alla scuola elementare Stradivari, tenendo occupata buona parte della carreggiata. Quello che emerge come prima impressione – spiega il consigliere comunale delegato al Biciplan, Filippo Bonali, presente al sottopasso insieme all’assessore Alessia Manfredini  – è che la concentrazione di questi passaggi renda molto difficile la convivenza di pedoni e ciclisti con le auto e le moto.

E’ iniziata questa mattina, 16 settembre, con il censimento dei ciclisti, la Settimana della Mobilità sostenibile, iniziativa europea che a Cremona si avvale della collaborazione tra Comune e Fiab (federazione amici della bicicletta). Da stamattina presto, ai principali ingressi al centro città, i volontari Fiab muniti di penna e taccuino, prendono nota dei passaggi di auto e velocipedi, come già avvenuto gli scorsi anni. Quattro le postazioni, attive dalle ore 7,30 alle ore 13,30: in corso Matteotti (angolo Paoline), piazza IV novembre (angolo corso Vacchelli), viale Trento e Trieste/corso Garibaldi (Chiesa S.Luca) e corso Vittorio Emanuele/Piazza Cadorna, i tecnici del Comune.

La Settimana della mobilità viene vista dal Comune come “l’occasione per far conoscere nel dettaglio il nuovo Piano della Mobilità e della Sosta, con la distribuzione di materiale informativo, per accrescere la consapevolezza che le scelte del Piano (più aree pedonali, ZTL normalizzata, più parcheggi per i residenti e più parcheggi ad alta rotazione a favore del commercio) porteranno sicuramente ad una migliore e maggiore vivibilità del centro storico”.

Venerdì 18 sarà la giornata nazionale dedicata al “Bike to Work”, occasione ideale per promuovere l’uso della bicicletta per recarsi al lavoro. Dipendenti di aziende, commercianti, amministratori pubblici, studenti, saranno invitati a provare questa esperienza “che può benissimo diventare una salutare abitudine quotidiana”, si dice convinta l’amministrazione comunale. Fiab Cremona, nell’occasione, accompagnerà a scuola i docenti di CR Forma. Inoltre il Comune di Cremona ha scelto di offrire ai cittadini in accordo con KM SpA, il trasporto gratuito sugli autobus urbani nella giornata di domenica 20 settembre. Martedì 22, in chiusura di settimana, dalle 16,30 alle 18,30, nella postazione in corso Garibaldi, angolo via Palestro, Fiab Cremona, in collaborazione con i Volontari della Protezione Civile di San Bassano, Gruppo A.N.A.I:, iniziativa per sensibilizzare i bambini alla mobilità sostenibile, attraverso prove di abilità e di conoscenza della bicicletta con in palio numerosi premi.

“Nell’ambito della redazione del BiciPlan – assicurano dall’amministrazione – saranno realizzati i primi interventi di manutenzione ordinaria sulle piste ciclabili (miglioramento della segnaletica orizzontale e verticale). In questo ambito si provvederà a creare un parco biciclette utilizzando le due ruote di proprietà del Comune. Le biciclette, dopo la manutenzione e la rimessa in ordine da parte dei volontari FIAB, saranno utilizzate per incentivare il cicloturismo scolastico e per gli ospiti del Circuito delle Città d’Arte della Pianura Padana”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Sorcio Verde

    Una notiziona, però per la cronaca si sono dimenticati di contare le rondini in cielo, i piccioni e le formiche.

  • Sorcio Verde

    Una notiziona, però per la cronaca si sono dimenticati di contare le rondini in cielo, i piccioni e le formiche.