Commenta

Mezzo chilo di eroina in casa, 19enne patteggia 3 anni e 7 mesi

L'avvocato Paolo Rossi

L’avvocato Paolo Rossi

Ha patteggiato tre anni e sette mesi, Vincenzo Savino, il 19enne napoletano residente a Cremona arrestato nel marzo scorso in un’operazione antidroga dei carabinieri. Insieme a Savino, difeso dall’avvocato Paolo Rossi, era stato arrestato per detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio anche Alin Cordeanu, 24nne romeno che ha scelto un percorso giudiziario diverso. Il giovane, infatti, affronterà il processo.
Lo scorso marzo, in un’abitazione di Cremona condivisa dai due ragazzi, i carabinieri avevano trovato un vero e proprio market della droga, con eroina, hascisc, marijuana e cocaina.
Mezzo chilo di eroina nascosto dietro l’armadio della camera da letto, 303 grammi di “maria” tra gli utensili della cucina, 65 grammi di hascisc in ovuli nell’armadio di un’altra camera da letto e tre grammi di cocaina in un mobile della sala da pranzo. Complessivamente, se venduta, tutta questa sostanza avrebbe fruttato oltre 13mila euro. Il ritrovamento era stato effettuato dopo un controllo partito proprio nei confronti del più giovane, alla luce di movimenti sospetti segnalati dai carabinieri di quartiere.
Sotto sequestro, oltre agli stupefacenti, erano finiti materiale per il confezionamento della droga e pesatura, un cellulare e 395 euro in contanti. Dopo l’arresto, Savino era stato in carcere per quindici giorni, dopodichè ha usufruito della misura più lieve degli arresti domiciliari nel napoletano.

Sara Pizzorni

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti