Ultim'ora
4 Commenti

Piano della Sosta, accessi Ztl ridotti del 10% e più utilizzo dei parcheggi a pagamento

A neppure un mese dall’avvio della sperimentazione del nuovo Piano della Sosta e della mobilità, il Comune fa il punto della situazione sugli accessi alla Ztl e sui parcheggi. Dalle prime analisi emerge, come evidenzia l’assessore Alessia Manfredini, “un buon funzionamento delle nuove aree di parcheggio a rotazione rapida, ma anche una riduzione del transito nella Ztl del 10%”. Insomma, per il Comune gli obiettivi prefissati sono stati raggiunti.

accessi-varchi

Per quanto riguarda i parcheggi, “Insieme ai gestori – Aem e Saba – sono stati fatti dei monitoraggi, in particolare nel mese di settembre, di alcuni parcometri strategici, il cui utilizzo risulta fortemente incrementato: in particolare piazza Roma/via Manzoni registra un +67%, piazza Filodrammatici un +32%, piazza Vida un +76%.

Guardando invece alla situazione dei varchi, emerge che i transiti sono in calo. “Riteniamo positiva la rideterminazione della fascia oraria di chiusura, che ora è dalle 9 alle 16. Questo consente l’accesso al centro nelle ore dello shopping, dalle 16 in poi – spiega ancora Alessia Manfredini -. Di fatto questi varchi restano aperti per 17 ore, contro le 10 dell’impostazione precedente. Restano invece chiusi per 24 ore i varchi vi via Battisti e di corso Garibaldi, così come gli altri già attivi in precedenza (cordso Mazzini, via Sicardo, via Beltrami, largo Boccaccino)”. Entrando nel dettaglio dei dati, i passaggi sono diminuiti da 65.488 nel 2013 a 55.285 nel 2015. “La parte preponderante dei passaggi riguarda i mezzi utilizzati da chi lavora e da chi offre servizi (Suv, furgoni, bus ecc), mentre i passaggi di auto sono solo il 21% del totale” spiega ancora Alessia Manfredini.

Anche sul tema dei permessi e dei parcheggi per residenti gli interventi fatti, a detta del Comune, risultano positivi. “La semplificazione delle aree sosta dedicate ai residenti, che ora sono 3, ha consentito di incrementare i posti a loro disposizione. Questa suddivisione ha visto il rilascio di 264 nuovi permessi per residenti, mentre sono in corso di individuazione le zone di sosta per i residenti in zona C”. Anche le piazzole di carico/scarico merci verranno incrementate, nell’ambito del Piano delle merci. In complesso il numero dei permessi attivi è pari a 11.203. “A questo proposito, si metterà in campo una ulteriore razionalizzazione” conclude l’assessore.

Fondamentale il supporto, in questa fase, degli agenti di polizia municipale, che nei primi giorni di settembre hanno supportato il passaggio al nuovo Piano, spiegando ai cittadini in transito cosa fosse cambiato. Molto importante anche l’attivazione della cabina di regia che si occupa di monitorare il Piano. “La realizzazione è stata subordinata a un costante confronto con le categorie economiche – aggiunge l’assessore Barbara Manfredini – Grazie alle modifiche apportate ora la nostra città si allinea alle altre realtà vicine. L’orario di apertura della Ztl è quello che meglio aiuta le attività del centro, e i cittadini stanno comprendendo come utilizzare al meglio gli accessi”.

Per l’assessore è stato fondamentale l’aspetto della rigenerazione urbana: “la presenza dei gazebi è stata prorogata fino alla fine di ottobre, perché sono ormai diventati punto di incontro per i cittadini – continua Barbara Manfredini -. Ma stiamo già valutando lo studio di nuove idee per rendere più belle le zone pedonali del centro storico”. Inoltre alla fine del mese verrà istituito il quartiere Centro, voce dei cittadini residenti, con cui poi gli amministratori si confronteranno.

Al termine della fase sperimentale del Piano, a fine 2015, si inizierà a lavorare affinché lo stesso vada a regime. Tra le novità, evidenzia Alessia Manfredini, “l’ampliamento della zona pedonale, la semplificazione della Ztl, che potrebbe essere ampliata, ma anche lo studio della realizzazione di pavimentazioni di pregio. Ci saranno miglioramenti anche nella gestione dei permessi, con una ulteriore razionalizzazione, e l’introduzione di modalità smart di pagamento della sosta”.

LaBos

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti