Commenta

La compagnia delle griglie
promuove il rugby integrato

Si incontrano per giocare a rugby, per crescere, per sentirsi parte di una squadra. Palla ovale in mano e sorriso sulle labbra, questi ragazzi, sul prato del campo di via Milano, diventano uomini. Sport, amicizia, l’aiuto di tanti volontari e il grande lavoro svolto dalla Compagnia delle griglie contribuiscono a mantenere vivo il progetto Mec 2015, quest’anno articolato in tre iniziative: il progetto scuole, partito a ottobre nelle scuole di Vescovato, Crema, Casalbuttano e Pieve San Giacomo, che mira ad avvicinare gli alunni disabili e normodotati al mondo del rugby integrato. E ancora inserire ragazzi affetti da autismo nella squadre under 12 e 14 dei rugby Lions Cremona. Dallo scorso marzo, i Lions  hanno inoltre promosso una serie di allenamenti con i ragazzi di associazioni cremonesi come Agropolis, Anfass, Dolce e molte altre.

Tante le iniziative di quest’anno a partire dalla cena in bianco del 20 giugno, l’esperienza di Valentino ai mondiali di Bradford in Inghilterra, passando per le amichevoli che questi ragazzi hanno disputato negli ultimi mesi. L’ultima il 31 ottobre nella prestigiosa Cittadella del Rugby di Parma, prima della partita europea Zebre Parma – Cardiff Blues.

Nel frattempo, i ragazzi della Compagnia delle Griglie hanno chiesto alla Federazione Rugby di ospitare le squadre di rugby integrato durante una delle prossime partite della Nazionale Italiana al 6 Nazioni 2016. La risposta dovrebbe arrivare a breve. Intanto si continua a lavorare per riempire il campo. Gli allenamenti sono aperti a tutti, questo l’appello fatto a tutte le famiglie che vorranno far provare una nuova esperienza ai propri ragazzi. Basta lanciarsi: tempo, spazio e palloni non mancano.

Giorgia Boccalini

© Riproduzione riservata
Commenti