Un commento

Comune: "Pm10 tornate
nella norma, se peggiorano
non escludiamo interventi"

"Gli Uffici comunali dell'Ambiente continuano a monitorare giornalmente la qualità dell'aria, stante che le attuali condizioni metereologiche sono favorevoli all'accumulo degli inquinanti al suolo.

“Gli Uffici comunali dell’Ambiente continuano a monitorare giornalmente la qualità dell’aria, stante che le attuali condizioni metereologiche sono favorevoli all’accumulo degli inquinanti al suolo. Oggi è stata interrotta la serie negativa degli sforamenti, dopo due giorni consecutivi di superamento della soglia di attenzione, la media odierna è di 43 microgrammi /m3 di pm10. Dall’inizio dell’anno il limite è stato superato per 65 giorni. Il Comune di Cremona è in preallerta e sono state attivate delle sinergie con i Comuni e Regione Lombardia”. E’ quanto sottolinea l’Amministrazione cittadina con un comunicato diramato nel pomeriggio di giovedì. Un testo in cui si assicura, tra l’altro, che le cose dovessero peggiorare, saranno presi in considerazione “interventi immediati”.

“Tema complesso da affrontare – dichiara l’assessore al Territorio e alla Salute Alessia Manfredini – perché il materiale particolato proveniente da sorgenti antropiche, e il settore maggiormente emissivo nelle aree urbane è quello del riscaldamento domestico, seguito da industria e trasporti su strada, non a caso i giorni di superamento dei limiti sono da sempre, da novembre a marzo, segnale che il settore del riscaldamento fa la sua parte”.

L’assessore Alessia Manfredini: “Se la situazione dovesse peggiorare non escludiamo interventi immediati, potenziando le azioni di controllo”

Partendo da questa consapevolezza il Comune – si legge nel comunicato – “ha lavorato in quest’ultimo anno su una azione a medio termine, e nell’ottica di area vasta, con i Comuni cintura e con Regione Lombardia. In particolare l’impegno ha riguardato l’efficientamento degli impianti termici, la mobilità con il nuovo Piano della sosta e della mobilità e la revisione della Ztl in centro storico, la creazione di nuove aree pedonali, la redazione del Biciplan, che getta le basi per la realizzazione di piste ciclabili, la riduzione dei consumi e l’efficientamento di tutta l’illuminazione pubblica a Cremona. Accanto a queste azioni, altre iniziative educative che coinvolgono i giovani, con il rilancio del piedibus (oggi ci sono ben 8 linee, che coinvolgono 96 bambini), che permette ai ragazzi di poter fare il percorso casa-scuola in modo sicuro, divertente e senza inquinare. Avviata infine un’analisi puntuale del trasporto pubblico per migliorare la sua efficienza e cercare di renderlo sempre più attraente e appetibile. Va in questa direzione aver realizzato, in occasione del Natale d’autore a Cremona dei collegamenti domenicali gratuiti, da alcuni quartieri periferici verso il centro”.

“Il contrasto all’inquinamento – prosegue l’Assessore – deve essere fatto non in modo puntiforme, ma collegiale, le sinergie vanno trovate con i Comuni, per questo è già previsto un nuovo incontro, deciso con l’assessore all’Area Vasta Andrea Virgilio, con i Comuni limitrofi prima di Natale. Sarebbe molto bello e interessante costruire nel 2016 il Bilancio ambientale d’area. La Regione Lombardia si è detta disponibile ad iniziare un percorso di sensibilizzazione sui temi legati allo smog e attuare gli interventi previsti dal PRIA. La situazione della qualità dell’aria viene continuamente monitorata – conclude Alessia Manfredini – verrà portata all’attenzione della Giunta e non escludiamo, se la situazione dovesse peggiorare, interventi immediati, potenziando le azioni di controllo sui divieti di circolazione, limitando la temperatura del riscaldamento negli uffici pubblici e sensibilizzando maggiormente i cremonesi ad utilizzare il trasporto pubblico, come stanno facendo altre città”.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Sorcio Verde

    “L’efficientamento di tutta l’illuminazione pubblica a Cremona” cosa c’entra con l’inquinamento … Bohh!?, ma l’importante e dire qualcosa per riempire i proclami a mo’ dell’Istituto luce.