Commenta

La prima di Jesus Christ
Superstar infiamma
il pubblico del Ponchielli

Non ha tradito le aspettative del folto pubblico che ha gremito il Ponchielli martedì sera, la prima del musical Jesus Christ Superstar, che ha registrato un tutto esaurito per entrambe le serate (la replica stasera alle 21). Uno spettacolo che fin dalle prime note rivelato la propria qualità intrinseca, fatta di splendide voci, di un’ottima esecuzione musicale ma anche di una scenografia curata nei minimi dettagli e resa spettacolare bellissimi effetti cinematografici.

Nella cornice di una musica senza tempo e di una storia millenaria ma sempre attuale, gli attori hanno coinvolto il pubblico in un crescendo di pathos, culminato nella scena madre della condanna a morte di Gesù, per poi dare il colpo di grazia con il celeberrimo e meraviglioso brano che dà il nome all’opera. Una scena resa ancor più accattivante dall’originale regia: il brano è infatti iniziato nel foyer del Ponchielli per poi essere portato nella platea del teatro fino ad arrivare sul palco.

Da parte del pubblico non sono mancate le ovazioni quasi ad ogni brano, conclamazione particolari ai personaggi di Giuda e di Gesù Cristo. Ma è stato l’applauso finale durato diversi minuti a fornire l’esatta misura del successo dello spettacolo tra il pubblico del Ponchielli.

Il tocco in più è senza dubbio stato la presenza in scena di Ted Neeley, lo storico protagonista nel ruolo di Jesus, che gli diede una impronta indelebile nel film di Norman Jewison del 1973. Un protagonista che, nonostante i suoi 70 anni, ha saputo reggere la parte in maniera impeccabile, sfoderando una voce che ancora regala un brivido lungo la schiena, lasciando il pubblico a bocca aperta. Ma molto apprezzate sono state anche le interpretazioni degli altri attori: dalla voce narrante di Feysal Bonciani nel ruolo di Giuda, alla bellissima e melodiosa voce della Maria Maddalena, impersonata da Simona Distefano. Grande successo anche per i Sommi sacerdoti, Paride Acacia e Francesco Mastroianni, e per il Pilano di Emiliano Geppetti. Acclamati anche gli apostoli Simone (Claudio Compagno) e Pietro (Mattia Braghero). Frizzante e divertente l’interpretazione di Erode, ad opera di Salvador Axel Torrisi.

lb

© Riproduzione riservata
Commenti