Un commento

Polizia, maxi-controlli
tra tangenziale e parco Sartori
Due denunciati e un arrestato

Maxi-controlli della polizia nella mattinata di giovedì in tangenziale e lente puntata su parco Sartori negli ultimi giorni. Nei pressi della Centrale del latte è stata organizzato un posto di blocco con diverse pattuglie, arrivato da poco a conclusione e simile a quello visto a metà dicembre. Obiettivo: prevenzione generale dei reati, con verifiche su persone e mezzi alla ricerca di tracce di illegalità, come ad esempio eventuali sostante stupefacenti e arnesi da scasso. Qualche disagio causato dalle code, da mettere in conto, spiegano dalla Questura, quando ci si attiva con questo genere di interventi finalizzati a migliorare la sicurezza.

Un bilancio sull’attività di giovedì mattina si saprà nelle prossime ore, intanto si apprende di denunce e un arresto delle scorse ore. Nell’ambito di controlli mobili sul territorio, che hanno visto alzato il livello di attenzione anche nell’area del parco Sartori (teatro della rapina all’In’s) con pattugliamenti potenziati tra martedì mattina e questa mattina, nella giornata di ieri in via Mantova agenti hanno trovato a bordo di un’auto due cittadini albanesi poi denunciati per immigrazione clandestina. Viaggiavano con un connazionale con precedenti ma regolare, mentre gli accertamenti su di loro hanno fatto emergere l’assenza di tracce in Italia. Sono stati fotosegnalati e si stanno valutando provvedimenti di allontanamento.

L’altro ieri, invece, in via Eridano i poliziotti hanno individuato un cittadino romeno 27enne su cui pendeva un ordine di carcerazione. L’uomo, residente in Germania e con precedenti per furto, deve scontare una condanna a sei mesi di carcere per evasione inflitta a Cremona, diventata definitiva dopo la mancata richiesta di misura alternativa entro i termini previsti dalla legge.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • giorgino carnevali

    BENE LE FORZE DELL’ORDINE.
    Uno spontaneo meritato applauso lungo un mese intero alle forze dell’ordine. Stavolta interventi virtuosi e mirati. Lo sappiamo bene noi cittadini, che la strada è lunga e non sempre “facile” da percorrere, tuttavia nulla è impossibile. Ribadisco, applausi a scena aperta. Serriamo le file, ecco tutto!