Commenta

Progetto Torrazzo, 100 mila
euro per combattere
tossicodipendenze

Comune capofila di un progetto che vede coinvolte cooperativa di Bessimo e Fuxia per limitare i danni delle tossicodipendenza ed altri tipi di fragilità.

Un progetto da quasi 100mila euro per tossicodipendenti o ex tossici in condizioni di grave marginalità e con l’obiettivo di recuperali ad un ruolo sociale. E’ l’obiettivo del progetto “Torrazzo”, per il quale il Comune di Cremona, ente capofila, ha chiesto contributo alla Regione, sulla base di una partnership con le due realtà maggiormente impegnate sul tema della riduzione del danno e cioè Cooperativa di Bessimo e cooperativa Fuxia, attive da tempo preso l’Asl e una serie di realtà associative, quali Gruppo ProPositivo Beta2, gruppo Articolo32, Gruppo Incontro, Comitato Prevenzione Aids Cremona, S.Vincenzo de’ Paoli. Collabora inoltre la Provincia di Cremona, settore Politiche Sociali quale ente sostenitore. Se il progetto verrà approvato il Comune riceverà dalla Regione 69.382 euro, da suddividere tra Comune stesso e le cooperative. In particolare, il comune Cremona si impegna per 19.500 euro, di cui 5.700 di finanziamento; Bessimo per 66mila euro, di cui 59.500 di finanziamento; Fuxia 5568 di cui 4mila di finanziamento.

In tempi in cui la tossicodipendenza ha assunto caratteristiche molto diverse rispetto a quelle degli anni Settanta e Ottanta, i servizi cercano di adeguarsi. Scomparso ad esempio il camper dell’Unità di strada, che fu per anni quasi una presenza fissa ai Giardini Pubblici per la distribuzione di profilattici, siringhe e materiale informativo, l’attività di riduzione del danno è stata dirottata in sede fissa, gestita su convenzione con l’Asl dalla Cooperativa di Bessimo. Lo “Spazio Tregua” ha consentito “un’importante riduzione della diffusione delle infezioni da HCV/HIV e di altre patologie infettive, hanno contenuto gli accessi al pronto soccorso e diminuito la mortalità. Al contempo, la presenza di personale educativo ha favorito l’aggancio l’orientamento e l’accompagnamento presso i servizi sanitari e sociali cittadini”, si legge nelle motivazioni del progetto.

L’accordo di rete tra Comune e soggetti privati è stato presentato in Giunta dall’assessore Rosita Viola. L’eventuale finanziamento verrà introitato  nel bilancio di previsione 2016-2018 dell’ente.

© Riproduzione riservata
Commenti