Un commento

Galletti: 'Il Pd non ha mai
sostenuto chiusura
inceneritore entro 2017'

Il segretario Pd Roberto Galletti

Continua il botta e risposta politico sul rapporto conclusivo del tavolo regionale per il decommissioning dell’inceneritore. Alle accuse di Carlo Malvezzi, Nuovo centrodestra, replica il segretario cittadino del Pd Roberto Galletti: “Il Pd non ha mai sostenuto la chiusura del termovalorizzatore entro il 2017.
“Come indicato nelle linee programmatiche di mandato del Sindaco Galimberti, entro il 2017 doveva essere steso il piano industriale che avrebbe definito i tempi e le modalità per lo spegnimento dell’impianto di via San Rocco. Il Sindaco sta dunque svolgendo appieno il mandato ricevuto dagli elettori e dalla sua maggioranza. Tali linee d’indirizzo costituiscono parte integrante della trattativa tra LGH e A2A.
Ora attendiamo la chiusura del tavolo istituito in Lgh per avere certezza circa la tempistica e le modalità di superamento del termovalorizzatore, nel rispetto delle tecniche adottabili per ogni impianto industriale complesso e senza strumentali ideologismi.
Ricordiamo all’ex vicesindaco Malvezzi che le promesse non mantenute appartengono alla sua Amministrazione che non riuscì ad estendere la differenziata in tutta la città; cosa che questa Amministrazione ha fatto in meno di un anno di mandato, operando in continuo per superare le criticità del sistema di raccolta segnalate da diversi cittadini”.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti
  • paolo

    Sig Galletti mi sa che lei durante la campagna elettorale del PD era su Marte mi permetta di ricordarle che nel programma PD era scritto a chiare lettere ;
    Il Comune sta dentro ad un percorso avviato da Regione Lombardia didecommissioning selettivo dell’inceneritore all’interno di uno specifico protocollo sottoscritto dal Comune di Cremona. In stretta collaborazione con il proprietario LGH e i Comuni soci della holding contribuirà a far in modo che nel prossimo piano industriale siano inserite le seguente

    azioni:
    —————————————————————————————-
    – avviare il suo graduale spegnimento nel prossimo triennio

    – progetti di conversione per la parte destinata al teleriscaldamento

    – il miglioramento complessivo del ciclo dei rifiuti puntando su un

    sistema di raccolta differenziata che superi il 70% e una diminuzione complessiva dei rifiuti pari al 20%
    —————————————————————-
    di questi tre punti il primo ed il secondo sono miseramente falliti in quanto adesso l’inceneritore ed il teleriscaldamento sono nelle mani di A2A ,quindi di cosa stiamo parlando adesso il comune di Cremona non ha più voce in capitolo, A2A ha una maggioranza schiacciante e pertanto l’inceneritore continuerà a funzionare per almeno altri 10 anni
    Sig galletti sappia che il programma elettorale del PD è stato depositato ed è pubblico abbia almeno la decenza di non stravolgere la realtà, è risaputo che i politici le sparano grosse, ma addirittura smentire il loro programma è davvero troppo .