Commenta

Unioni dei Comuni,
già 17 quelle
nate sul territorio

Mentre la Provincia affronta il periodo di passaggio che la porterà a trasformarsi in area vasta, passando alcune funzioni alla Regione ed altre ai Comuni, quest’ultimi continuano il percorso di aggregazione in unioni, lo strumento che consentirà ai piccoli municipi di sopperire a quei servizi che verranno meno dall’amministrazione provinciale. Al momento, dati i repentini cambiamenti a livello territoriale degli accordi tra Comuni, al 31 dicembre scorso si registrano 17 Unioni. Discorso a parte invece riguarda la stipula tra due o più comuni per gestire in forma associata le funzioni fondamentali.

Entrando nel particolare, c’è l’Ucl dei Fontanili (Romanengo, Ticengo, Casaletto di Sopra); l’Ucl di Casalbuttano ed Uniti, Corte de’ Cortesi con Cignone e Bordolano; l’Ucl Oglio-Ciria (Corte de’ Frati, Olmeneta, Grontardo, Scandolara Ripa d’Oglio); l’Ucl di Piadena e Drizzona; l’Ucl di Calvatone e Tornata; l’Ucl Foedus (Rivarolo del Re, Casteldidone, Spineda, Rivarolo Mantovano); l’Ucl Palvareta Nova (Voltido, San Giovanni in Croce, San Martino del Lago, Solarolo Rainerio); l’Ucl Municipia (Motta Baluffi, Scandolara Ravara, Cingia de’ Botti); l’Unione Lombarda Soresinese (Casalmorano, Azzanello, Genivolta, Castelvisconti, Paderno Ponchielli, Annicco); l’Ucl Terre dell’Oglio (Gabbioneta, Ostiano, Volongo); l’Unione Terrae Nobilis (Sospiro, Cella Dati, Derovere; l’Ucl Terre di Pievi e Castelli (Ca’ d’Andrea, Torre de’ Picenardi, Isola Dovarese, Pessina Cremonese); l’Unione dei Comuni Centuriati di Bonemerse e Malagnino; l’Ucl del Delmona (Persico Dosimo, GAdesco Pieve Delmona); l’Unione Flumina (Castelverde, Spinadesco, Sesto ed uniti, Pozzaglio ed uniti); l’Unione Lombarda Tre Ville (Grumello Cremonese ed Uniti, Crotta d’Adda, Acquanegra Cremonese);l’Unione Fluvialis Civitas (Gerre de’ Caprioli, Stagno Lombardo, Pieve d’Olmi, San Daniele Po).

Unioni_Comuni_31-12-2015

© Riproduzione riservata
Commenti