Commenta

Sicurezza al Maristella: via
libera ai controlli di vicinato
Presto anche telecamere

Il quartiere Maristella alza la testa contro i ladri che negli ultimi mesi lo hanno tenuto in scacco. Sono infatti pronti a partire i cosiddetti ‘controlli di vicinato’, che coinvolgeranno i cittadini in prima persona ma con l’attento monitoraggio da parte delle forze dell’ordine cittadine, organizzati sulla falsa riga di quelli che già da un anno si fanno a Caorso. E’ una delle misure di cui si è parlato nella sera di giovedì durante un incontro svoltosi al Maristella, tra cittadini e Polizia Municipale. Un incontro che ha visto una foltissima partecipazione di residenti, ormai esasperati dalla situazione.

“Siamo soddisfatti” spiega Pietro Ricci, presidente del Gruppo anziani del quartiere. “La Polizia Municipale si è resa disponibile, venendo incontro a tutte le nostre richieste”. La prima delle quali, chiaramente, riguarda i furti. “Abbiamo chiesto maggiori controlli, che comunque già sono stati intensificati nell’ultima settimana, e soprattutto di poter presidiare la zona”. Si tratterebbe di un vero e proprio sistema di monitoraggio. “Abbiamo contatti con Caorso, dove si è già organizzata una cosa simile” continua Ricci. Si tratta di un vero e proprio monitoraggio dell’area. Un gruppo creato su Whatsapp, per segnalare eventuali movimenti sospetti, veicoli o persone che stanno commettendo illeciti, e alcuni cartelli in cui si evidenzia che la zona è controllata. “Si tratterà semplicemente di riunirci a gruppi di tre o quattro, dividendoci il quartiere in zone, e di passeggiare e di tenere gli occhi aperti” spiega ancora Ricci. I cittadini saranno collegati tra loro grazie ad un gruppo su Whatsapp, anche se potrebbe essere possibile addirittura fare di meglio. “Stiamo studiando un sistema che consenta a chi fa i controlli di essere in contatto diretto anche con le forze dell’ordine, carabinieri e polizia, che possano intervenire tempestivamente se accade qualcosa” spiega il comandante della Polizia Municipale, Pierluigi Sforza. Altra misura che verrà adottata in futuro, sarà l’installazione di telecamere per la videosorveglianza della zona.

Tra un paio di settimane è previsto un nuovo incontro, a cui prenderà parte anche la Questura, nel corso del quale i cittadini riceveranno indicazioni precise su come muoversi e come agire per la prevenzione di furti e truffe. “Siamo molto soddisfatti perchè abbiamo trovato tanta disponibilità da parte dei Vigili” conclude Ricci. Ma non si è parlato solo di criminalità: l’incontro è servito anche per fare il punto sulla situazione del quartiere e su alcune richieste da parte dei cittadini, come quella di una nuova rotatoria. “Si tratta ovviamente di cose che hanno un costo e che dovranno essere valutate poi dall’amministrazione comunale.

Laura Bosio

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti