Un commento

Soncino, il carnevale
delle polemiche. Toninelli:
'E' tornata la censura'

Dopo il no del sindaco Gallina al manifesto con Renzi - Moira Orfei, è un innocuo manifesto che riproduce alcuni personaggi Disney ad annunciare la festa di carnevale in filanda, a Soncino, per la notte di martedì grasso.

Alla fine, è un innocuo manifesto che riproduce alcuni personaggi Disney (la sirenetta Ariel, Peter Pan, il pesciolino Nemo …) ad annunciare la festa di carnevale in filanda, a Soncino, per la notte di martedì grasso.  Si è scatenata la polemica, attorno al primo manifesto, ideato dall’artista Luca Imberti, organizzatore della festa, che aveva realizzato un fotomontaggio con il volto di Matteo Renzi truccato alla maniera di Moira Orfei. “Circo alla Leopolda” era il titolo della festa, ora diventata “Carnival Party – In fondo al mar”, nella nuova versione realizzata dopo il forfait di Imberti.

Il sindaco di Soncino, Gabriele Gallina di Forza Italia, aveva chiesto il ritiro del manifesto imperniato su Renzi, perchè “la festa del carnevale non deve avere connotazioni politiche”. E subito c’è chi ha parlato di censura, come il deputato M5S Danilo Toninelli: “Penso di non sbagliare – afferma Toninelli nel riportare l’accaduto – nel dire che il livello dell’intolleranza verso chi anche solo scherza sulla classe politica si manifesta soprattutto nei fatti del quotidiano. Il motivo è stato, secondo quanto dichiarato dallo stesso Imberti –  la censura decisa dal Comune nei confronti di alcune sue scelte artistiche e in particolare di una locandina per la festa organizzata presso la filanda, intitolata ‘Circo alla Leopolda’ e ritraente un’immagine satirica di Matteo Renzi.
Una semplice locandina per una festa di Carnevale, che però è stata ritenuta eccessiva dal sindaco Gallina, che ha affermato che la sua bocciatura è dovuta all’intenzione di non dare connotazione politica nel Carnevale soncinese.
L’artista ha quindi rinunciato all’incarico rifiutando di continuare a lavorare in questo clima.
Un fatto che si commenta da solo: quale connotazione politica può mai avere un’immagine per una festa di Carnevale, che non ha fatto che ritrarre chi è ovviamente al centro della scena per il suo ruolo, ovvero l’attuale capo del Governo?
Nessuna critica nel merito, nessun attacco politico diretto, ma solo una buffa rappresentazione di chi in questo momento incarna il potere, che chiunque capisce essere indipendente dalle sue posizioni politiche o dal suo operato.
“E’ quindi molto preoccupante – continua Toninelli – un simile gesto da parte di un’amministrazione comunale, proprio perchè spia di un clima che non bisogna esitare a definire pericoloso, in quanto pervasivo al punto tale da coinvolgere perfino la festa popolare e satirica per eccellenza.
Solidarietà a Imberti – conclude il deputato M5S – invitiamo tutti gli artisti a seguire il suo esempio e a non piegarsi di fronte a richieste assurde che sono veri e propri atti di censura”.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Nokia

    Davvero grandi temi… a 5 stelle.