Commenta

Cremona e turismo
Iniziata a Milano la Bit

Le peculiarità turistiche del territorio provinciale sotto i riflettori della Borsa Internazionale del Turismo a Milano presso lo stand dedicato a “Cremona ed il suo territorio”.

Le peculiarità turistiche del territorio provinciale sotto i riflettori della Borsa Internazionale del Turismo a Milano presso lo stand dedicato a “Cremona ed il suo territorio”. L’iniziativa nasce come legacy dell’Ats del territorio cremonese costituita in occasione di Expo 2015 con capofila la Camera di Commercio di Cremona, per volontà, oltre che dell’ente camerale, della Provincia, dei Comuni di Cremona, di Crema e di Casalmaggiore e di tutti i componenti dell’Ats, con l’apporto fondamentale di Regione Lombardia, con il contributo delle Associazioni del commercio e dell’artigianato e il coinvolgimento di CremonaFiere Spa, Fondazione Antonio Stradivari Museo del Violino e Fondazione Teatro A. Ponchielli.
All’inaugurazione presente il consigliere provinciale della Provincia di Cremona, Gianluca Savoldi, in rappresentanza del presidente Carlo Vezzini, che ha sottolineato come “il segmento turistico locale rappresenta un importante elemento dell’economia locale, in grado di sviluppare occupazione e dare il giusto riconoscimento ai tanti patrimoni artistici, architettonici, culturali e storici locali, con una food valley unica nel suo genere, che ha fatto dell’agroalimentare d’eccellenza la propria mission”. Presenti, inoltre, Barbara Manfredini, assessore al Turismo del Comune di Cremona, Berlino Tazza presidente Asvicom con il suo staff, il consigliere regionale Carlo Malvezzi con l’assessore regionale allo sviluppo economico Mauro Parolini.
Con fotogrammi a tutto campo dal Cremasco al Casalasco, passando per il Cremonese, tour operator potranno incontrare seller locali per la conoscenza di pacchetti turistici integrati, dalla cultura all’ambiente, dalla musica all’arte e castelli. Presenti allo stand il Consorzio InCremona e Guindani Viaggi con una fitta agenda di incontri B2B.
Reindustria si farà promotrice del riconoscimento di Crema, Città Europea dello Sport 2016.
La Bit sarà anche l’occasione per il territorio cremonese, in collaborazione con i territori di Mantova, Brescia e Bergamo, per presentare agli operatori il progetto ERG (European Region of Gastronomy) con un doppio appuntamento: venerdì 12 febbraio alle ore 10.30, presso lo spazio Meeting Center del Padiglione 14, sarà organizzato il convegno dal titolo “Cultura è cibo, cibo è cultura” e alle 13.00, presso lo Stand di Regione Lombardia nel Padiglione 11, vi sarà una conferenza stampa per la presentazione del territorio della Lombardia Orientale con una degustazione a cura della Strada del Gusto Cremonese.
Nell’open space dello stand, quindi, il Servizio di Promozione Turistica dello stand e i funzionari dei diversi enti locali ed associazioni, oltrechè della Camera di Commercio di Cremona, hanno distribuito materiale promozionale come la nuova mappa dei Castelli, la nuova edizione della mappa bilingue della città con i percorsi tematici, il libretto della provincia Excellence Cremona, sempre bilingue oltre a materiale informativo, dalla cultura all’ambiente e sistemi museali.

ANCHE L’ASSESSORE REGIONALE PAROLINI  IN VISITA ALLO STAND – “La visita dell’assessore regionale allo Sviluppo economico, Mauro Parolini, allo stand delle istituzioni cremonesi presso la Bit si colloca nel solco dell’attenzione che Regione Lombardia presta verso il territorio cremonese e le sue eccellenze puntando a migliorarne la capacità di attrazione e di esportazione del proprio brand nel mondo”. Lo ha detto Carlo Malvezzi, consigliere regionale del Nuovo Centrodestra, a margine della visita della Commissione IV Attività produttive del Consiglio regionale alla Bit di Milano, durante la quale l’assessore Parolini ha incontrato gli operatori turistici lombardi.

BIT DENTRO 1

“Il dialogo stretto e proficuo con gli operatori del settore – ha proseguito Malvezzi – ha creato le basi per la costruzione e la successiva approvazione di una nuova normativa regionale sul turismo che pone regole più chiare ai soggetti che ne fanno parte, offrendo al contempo un ventaglio di opportunità interessanti per crescere in qualità e competitività. In particolare – ha detto Malvezzi – Parolini ha illustrato le cinque misure alla base del programma denominato “Dall’Expo al Giubileo” che si concentrano sulla promozione del turismo religioso, della food and wine experience, del ciclo turismo, del turismo MICE (Meeting, Incentive, Congressi, Eventi) e del turismo culturale legato alle città d’arte. Un’occasione che si presenta ghiotta anche per la città di Cremona e le realtà storiche e culturali della nostra provincia, che hanno dato e possono dare tanto a chi ama visitare luoghi di grande tradizione e alto livello artistico. L’ennesima dimostrazione che Regione Lombardia è al fianco dei territori puntando alla loro crescita anche in termini turistici”.

bot dentro 2

© Riproduzione riservata
Commenti