Commenta

Pattugliamenti e posti
di blocco, supercontrolli
dell'Arma contro i furti

Un posto di blocco dei carabinieri durante i controlli

Carabinieri in divisa e in borghese hanno attuato maxi-pattugliamenti e diversi posti di blocco sul territorio cremonese nel pomeriggio di mercoledì per prevenire e combattere i furti, la criminalità predatoria e i reati in genere. Il servizio straordinario, con oltre venti pattuglie e diverse aliquote in abiti civili e auto civetta, è stato attivato dal Comando provinciale alle 14 ed è proseguito fino alle 20, dopodiché i controlli sono andati avanti con i programmi standard. Nel bilancio del servizio reso noto giovedì, tra le altre cose, decine di identificati e sette denunciati per vari illeciti.

Disposti servizi coordinati su diverse località, per controllare le via di accesso di centri urbani, creando una “cintura” in grado di intercettare in ingresso e in uscita i soggetti potenzialmente dediti alla commissione di reati. Sono stati realizzati pattugliamenti visibili nelle aree più colpite da azioni delittuose nell’ultimo periodo, per prevenire i reati e aumentare sicurezza reale e percepita. Messe in campo forze anche in controlli straordinari di esercizi pubblici e luoghi particolarmente frequentati.

Tre posti di blocco hanno interessato la zona nord, quella centrale e quella meridionale della provincia. Le autovetture controllate sono state 222, mentre sono state identificate complessivamente 299 persone, tra quelle fermate alla guida dei veicoli e quelle notate in atteggiamento sospetto nelle vie o negli esercizi commerciali.

Sono state denunciate sette persone, cinque italiani e due stranieri, per detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio, porto abusivo armi e oggetti atti a offendere, atti contrari alla pubblica decenza, guida in stato di ebbrezza alcolica, guida senza patente e guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti. Quattro soggetti sono stati segnalati alla Prefettura come assuntori di stupefacenti. Numerose le contravvenzioni al Codice della strada e cinque le patenti ritirate.

Tra i vari interventi dei carabinieri, a Palazzo Pignano un cittadino italiano è stato trovato in possesso di un coltello a serramanico (sequestrato); a Spino d’Adda un cittadino italiano è stato sorpreso in possesso di grammi 28 di marijuana (sequestrata); a Casalbuttano un cittadino indiano è stato sorpreso nel centro abitato a urinare sulla pubblica via; a Montodine un cittadino italiano è stato sorpreso a guidare l’auto con tasso alcolico quasi cinque volte superiore al limite consentito (patente ritirata); a Dovera un cittadino italiano è stato sorpreso alla guida di un’autovettura sotto l’effetto di sostanze stupefacenti (patente ritirata).

Controlli

© Riproduzione riservata
Commenti