Commenta

Bike sharing:
tre postazioni in più e
ricerca di nuovo gestore

In prossimità della scadenza del contratto con la società Bicincittà di Torino, che due anni fa aveva vinto l'appalto, il Comune cerca un gestore per il bike sharing. Pubblicato un avviso esplorativo per manifestazione di interesse per potenziare il servizio che oggi può contare su 8 postazioni collocate in punti strategici della città, per un totale di una cinquantina di mezzi.

In prossimità della scadenza del contratto con la società Bicincittà di Torino, che due anni fa aveva vinto l’appalto, il Comune intende rilanciare l’utilizzo del bike sharing. Pubblicato un avviso esplorativo per manifestazione di interesse per dare continuità al servizio che oggi può contare su circa 300 iscritti, 8 postazioni collocate in punti strategici della città, per un totale di una cinquantina di mezzi. Il sistema consente di prelevare i mezzi, servisene e poi  depositarli in una qualsiasi delle postazioni. Il tutto previa registrazione, a SpazioComune oppure alla ciclofficina in via agli Scali. L’intenzione del Comune è di affidare il servizio per cinque anni, rinnovabili fino a 10. Il gestore dovrà farsi carico di tutte le attività di relazione con l’utenza, call center, manutenzione delle biciclette e apparecchiature, dello spostamento delle biciclette nelle stazioni e del monitoraggio e reportistica dei dati di utilizzo. Dovrà essere previsto inoltre un incremento di almeno tre nuove postazioni da concordare con l’Amministrazione e nuovi sistemi smart di prenotazione ed abbonamento.

manfredini-ev “Intendiamo rilanciare questo servizio, in coerenza con la nuova impostazione della mobilità cittadina che prevede, tra l’altro, nel Piano della sosta, agevolazioni per chi usa automezzi a basso impatto ambientale”, afferma l’assessore all’Ambiente e Mobilità Alessia Manfredini. “Per questo stiamo lavorando anche sul car sharing, nei giorni scorsi abbiamo incontrato i responsabili di E-Vai, che attualmente fornisce il servizio, due auto elettriche e un mezzo Euro5”. E per restare in tema, proprio oggi Manfredini partecipa al convegno in corso a Torino, presso il Politecnico sul tema “Il futuro della mobilità sostenibile”, che vede come relatori tra gli altri il Ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio, il sindaco Piero Fassino e le principali associazioni attive sul fronte della mobilità lenta. Verranno anche presentati i nuovi incentivi previsti dal Governo (collegato ambientale) per le p.a. che investono sulla mobilità sostenibile e il progetto innovativo di logistica delle merci Urbelog.

I costi del nuovo ‘appalto’ per il bike sharing dovranno essere compensati dall’introito degli abbonamenti le cui tariffe verranno definite dal Committente e dalla gestione di superfici per la comunicazione esterna nonché da eventuali contribuzioni. Tra i requisiti minimi per presentare manifestazione di interesse: fatturato globale, relativo al triennio precedente la pubblicazione del bando di gara (2012 -2013 -2014) non inferiore a 1 milione di euro; essere titolari di almeno una concessione vigente per la gestione di un servizio di bike sharing abbinato a spazi per la comunicazione esterna, stipulata con un’Amministrazione Comunale di almeno 70.000 abitanti
; avvalersi per l’organizzazione del servizio di società o cooperative sociali.

g.biagi

© Riproduzione riservata
Commenti