Cultura
Commenta1

Concorso liuteria Castello Sforzesco, due ori al cremonese Marcello Villa

Il cremonese Marcello Villa si è aggiudicato due medaglie d’oro (violino e violoncello) nel X Concorso nazionale di liuteria svoltosi Castello Sforzesco di Milano sotto la presidenza di Zakhar Bron e che vedrà le opere ammesse e vincitrici in mostra sino al 29 maggio nelle Sale Panoramiche.
Nelle sezione viole, sempre per la categoria dei liutai professionisti, la vittoria è stata assegnata dalla Giuria internazionale a Marcelo Cavanna nato a Buenos Aires da genitori italo argentini ma da anni residente a Cremona,  mentre le medaglie  d’argento sono  state vinte dal coreano Shin il Dong (violino) da Andrea Lissoni di Lissone (viola) che si è aggiudicato anche il terzo premio nella sezione violino e da Francesco Piasentini di Padova.  Terzo premio infine per la viola di Patrizio Orippi di Cremona e per il violoncello di Edo Sartori di Vicenza.

Nella categoria Giovani liutai la giuria internazionale ha premiato il cinese Wang Hao e il coreano Jim Wook Hong (due medaglie d’oro al cinese ed una d’oro ed una d’argento al coreano). Il cinese Zhou Zhie si è aggiudicato una medaglia d’argento nella sezione violoncello e il Premio Capela mentre il Premio per l’acustica è stato assegnato al sud coreano Jun Ga Wang che ha ottenuto anche il terzo premio nella sezione viola. Terzo premio infine (sezione violoncello) al venezuelano Marcelo Obodia Nicollerat.

Nel concorso libero (liutai non professionisti) affermazione del cinese Chen Xiang nel violino, dell’aquilano Gino Sfarra nella viola (che ha vinto anche la medaglia di argento per il violoncello) e della coreana Yoo Eunbyul nel violoncello mentre al giapponese Nemoto Kazume è stato assegnato il Premio Personalità. Medaglie di argento infine alla palermitana Antonella Calderone (viola) e medaglia di bronzo al colombiano Dario Forero (viola)  e al casalasco Martin Gabbani (cello).

Alla competizione hanno partecipato 150 opere provenienti da 12 nazioni: Argentina, Bulgaria, Cina, Colombia, Corea del Sud, Francia, Giappone, Italia, Russia, Taiwan Ungheria, Venezuela. Nel loro intervento i maestri liutai membri della giuria Racz Pal e Joacquin Capela hanno sottolineato la validità delle opere in particolare dei giovani.

© Riproduzione riservata
Commenti