Sport
Commenta

Cremonese, per la panchina Tesser sempre più favorito

Tesser
Il cerchio si stringe. E Attilio Tesser è in pole position per allenare la Cremonese nella prossima stagione. In attesa di novità riguardanti l’organigramma societario, il lavoro di Stefano Giammarioli per quanto riguarda il mercato è incessante. I contatti con allenatori e giocatori sono frequenti. Il direttore generale ha già in testa quella che potrebbe essere la rosa che affronterà il prossimo torneo di Lega Pro. E naturalmente quello dell’allenatore è un tassello fondamentale. 
Sul taccuino di Giammarioli sono sempre segnati i nomi di quattro tecnici. Oltre a Fabio Rossitto (che verrebbe scelto se la società decidesse di puntare sui giovani), piacciono Luigi De Canio, Vincenzo Vivarini e, appunto, Attilio Tesser. Quest’ultima pista è di sicuro quella più calda. Negli ultimi giorni i contatti con il tecnico di Montebelluna si sono intensificati. Il diretto interessato non sembra destinato a rimanere ad Avellino, dove è in arrivo Domenico Toscano. Tesser, inoltre, già in passato era stato accostato al nome della Cremonese. La sfida di riuscire a riportare i grigiorossi in Serie B lo affascina. Lo scoglio, al momento, è la durata del contratto. La richiesta è quella di un triennale, per tentare di costruire nel tempo un progetto importante, all’insegna di una continuità tra una stagione e l’altra che da anni a Cremona manca. Ma la sensazione è che l’accordo tra le parti alla fine verrà trovato.
Con Tesser si è già parlato anche di possibili rinforzi. Quattro o cinque giocatori che l’allenatore conosce bene, in grado di far compiere un bel salto di qualità alla Cremonese. Da Avellino potrebbe tornare a Cremona il terzino sinistro Pietro Visconti. Per l’attacco piace molto il giovane Ettore Gliozzi (quest’anno al Sudtirol, ma di proprietà del Sassuolo), mentre per il centrocampo i sogni sono due: William Jidayi (già seguito in passato dalla Cremo) e Davide Gavazzi, ma entrambi difficilmente lasceranno l’Avellino.
Mauro Maffezzoni

© Riproduzione riservata
Commenti