Cultura
Commenta1

Il sistema museale di Cremona entra in Garda Musei

Il sistema museale di Cremona entra in Garda Musei. Con l’obiettivo di “unnescare un processo virtuoso di promozione della propria offerta, di ampliamento della propria sfera di influenza e contatto culturale e di attrazione dei flussi turistici che gravitano intorno alle realtà del territorio gardesano”, si legge in una nota di Palazzo comunale sull’adesione del sistema museale cittadino, Comune di Cremona e Museo del Violino, all’associazione culturale Garda Musei.

“Intendiamo così proseguire nell’opera di sinergia con altre realtà per diffondere e promuovere Cremona”, dichiara l’assessore alla Rigenerazione Urbana con delega al Turismo Barbara Manfredini che ha portato la proposta poi approvata dalla Giunta. “Con il territorio gardesano e Salò in particolare – prosegue l’assessore – abbiamo stabilito una proficua collaborazione con il Festival Acque Dotte. Con l’adesione a Garda Musei intendiamo dare un’ulteriore slancio per fare conoscere le eccellenze e le peculiarità della nostra città ai numerosi turisti che frequentano il lago, invogliandoli a venire a Cremona, anche in considerazione della vicinanza territoriale”.

La collaborazione nata lo scorso anno tra il Comune e la città di Salò per l’organizzazione del Festival Acque Dotte ha portato a importanti risultati di pubblico (oltre 10 mila spettatori complessivamente) e di interesse turistico. E’ stata inoltre l’occasione per stringere altre intese, come con il Musa (il nuovo museo di Salò) e la Fondazione del Vittoriale (che vanta oltre 200 mila visitatori all’anno), realtà entrambe aderenti a Garda Musei.

© Riproduzione riservata
Commenti