2 Commenti

Brandisce un coltello nella
struttura di accoglienza,
ospite nei guai per minacce

Un richiedente asilo ospite della struttura di Porcellasco ha brandito un coltello davanti a un altro ospite con cui aveva appena litigato e ad alcuni addetti, e per questo è stato denunciato dopo l’intervento dei carabinieri. L’accusa di cui deve ora rispondere il migrante, un nigeriano 20enne, è di minaccia aggravata. Secondo quanto ricostruito dai militari dell’Arma, il ragazzo, non semplice da gestire e protagonista di qualche episodio di violenza in passato (nessuno arrivato a denuncia), ha litigato con un connazionale e ha impugnato un coltello inveendo contro di lui. E’ accaduto nella giornata di giovedì. Alcuni addetti della struttura di via Persico, gestita dalla cooperativa Nazareth, hanno cercato di riportare la situazione alla calma, senza però riuscirci. Il 20enne ha tenuto saldamente in mano la lama (senza puntarla in maniera mirata contro qualcuno). I militari dell’Arma della stazione di Cremona, allertati e arrivati sul posto, hanno calmato e fermato il ragazzo, procedendo poi alla denuncia. Sono partite anche le procedure per una possibile ricollocazione e la denuncia peserà nell’iter per la richiesta di asilo.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Lidans

    Nigeriano ventenne ingestibile con precedenti di violenza e libero di girare armato…RISORSA !

  • luciano

    Che bella l’accoglienza itagliota!