Cronaca
Commenta

Furti a san Bassano, il sindaco paga di tasca sua le pattuglie di vigilantes

Vigilanza privata a San Bassano, pagata dal sindaco, Cesira Bassanetti, per rispondere a quella che considera “la più grave emergenza di questo periodo, l’insicurezza dei cittadini nelle proprie case”.  E così, dal 17 agosto il primo cittadino (rieletto nel 2014 per la terza volta) ha dato mandato ad un’agenzia privata che si occupa di sicurezza, di effettuare un servizio di pattugliamento per le strade del paese in modo da scoraggiare i malfattori ed aumentare il senso di tranquillità tra gli abitanti. “Ho fiducia nei carabinieri e nelle altre forze dell’ordine che tutelano il territorio”, afferma Bassanetti, “ma purtroppo i furti sono all’ordine del giorno, a tutte le ore, e le misure di controllo del fenomeno non sono mai abbastanza. Per questo ho pensato a questa ulteriore presenza, che va ad aggiungersi alle telecamere e al gruppo di mutuo aiuto creato su Whatsapp, ‘Sicurezza a San Bassano’, dove  vengono segnalate presenze di auto o movimenti sospetti”. La scelta del sindaco di procedere in via autonoma all’arruolamento dei vigilantes, nasce dal fatto che non c’era tempo da perdere. “Siamo in agosto, mese difficile per le amministrazioni comunali, con il personale in ferie. Avrei dovuto fare una variazione di bilancio, ma mancando il segretario comunale, ho preferito procedere per quest’altra strada. Non so se funzionerà, è un tentativo. Dopodichè direi che le abbiamo proprio provate tutte, cos’altro potremmo escogitare? Sono troppi anni che viviamo questa situazione, come sindaco ho il dovere di garantire la sicurezza ai miei concittadini”.

Il contratto avrà una durata breve, il tempo sufficiente per i sambassanesi, per gustarsi l’appuntamento tradizionale di fine estate, il palio, che inizia proprio oggi, 22 agosto e durerà fino al’11 settembre.

© Riproduzione riservata
Commenti