Cultura
Commenta

L'ebraismo dei Soncino e degli aneddoti alla libreria Ponchielli

Domenica 18 settembre in occasione della Giornata Europea della Cultura Ebraica che avrà per tema “Le Lingue ebraiche”, la Libreria Ponchielli presenta una esposizione di 25 tavole rappresentanti  cornici e fregi silografici usati dai  “Soncino”. Le tipografie di Soncino e Napoli furono quelle in cui, durante la seconda metà del secolo XV, fu stampato il maggior numero di libri ebraici. I libri che furono pubblicati nella stamperia Soncino erano destinati a soddisfare le esigenze rituali e liturgiche delle comunità ebraiche.
Le tavole esposte presentano lettere circondate da fregi a fiorami  impresse con la silografia.
Di particolare interesse è la seconda pagina del trattato “Benedizioni” (Berakot), del Talmud Babilonese di cui è uscito nel 2016, per le edizioni La Giuntina, il primo volume, in prima traduzione integrale.
Ci sono voluti cinque anni per dare alla luce il primo volume: attualmente 50 studiosi stanno traducendo in  contemporanea i restanti.

Nella  stessa giornata di inizio dell’esposizione, dalle ore 16.30, davanti alla Libreria, verranno lette storie, aneddoti e leggende chassidiche. Il chassidismo è una corrente dell’ebraismo che si sviluppa nel XVIII secolo, nell’Europa dell’Est. In opposizione al razionalismo rabbinico per il quale Dio si conosce attraverso la dottrina e l’intelletto, il chassidismo sostiene una religiosità fondata sull’amore e sulla conoscenza delle cose umili e quotidiane del mondo, proponendo una ricerca della mistica anche nella vita di tutti i giorni.

© Riproduzione riservata
Commenti