Commenta

Boom di bar e piadinerie:
sono 434 contro i 196
negozi di abbigliamento

A Cremona spopolano bar, paninoteche, gelaterie. Un vero trionfo, guardando i numeri che risultano all’ufficio Commercio del Comune: tra pubblici esercizi e attività alimentari (come kebab, pizzerie da asporto, piadinerie), si raggiunge la cifra di 434 attività. In stragrande maggioranza appartengono al settore dei bar gelaterie (pubblici esercizi: 392); il resto sono 42 attività alimentari che puntano sulla ristorazione veloce. Un riassetto delle attività economiche cittadine  che sta cambiando il volto del centro storico, con le merceologie più tradizionali che vanno lentamente scomparendo (tranne le catene d’abbigliamento e  qualche eccezione nelle imprese famigliari) a favore di attività che creano momenti di socializzazione. Difatti, risultano 196 le imprese commerciali attive nel settore dell’abbigliamento, sotto-categoria del genere ‘non alimentare’ che in tutto conta 790 attività. I negozi di alimentari, medie superfici di vendita incluse (cioè tutti i supermercati cittadini) sono invece 204; quelli a merceologia mista ammontano a 128.

Il centro città è pieno di esempi di questa trasformazione, tutta a favore del genere ‘food and drink’: dai negozi  sotto la cupola centrale di galleria XXV aprile, diventati uno friggitoria e l’altro prossimo a riaprire come ristorante, al ristorante pizzeria ‘Note di gusto’ sotto i portici di piazza Marconi, nei pressi del Museo del Violino; dalla gelateria Emilia, new entry in piazza Roma al posto di un negozio di abbigliamento, al ristorante fusion di via Giordano dove c’era uno storico negozio di elettrodomestici (chiuso da anni). In corso Garibaldi, nella vetrina che fu di un negozio di scarpe, ha aperto da un paio d’anni una vineria – osteria: un prossimo esempio di questo trend sarà ancora su corso Garibaldi, dove voci bene informate parlano dell’apertura di una cremeria nel locale all’angolo con via Milazzo, che era stato un negozio di abbigliamento, ‘Lolita’. E anche la media distribuzione si adegua: domani iniziano i lavori al Carrefour di via S. Tomaso per ampliare e ridistribuire gli spazi interni, ma anche per offrire alla clientela un angolo – ristoro.

g.biagi

© Riproduzione riservata
Commenti