Commenta

Niente sconti sull'Imu se
l'immobile non è vincolato
come bene culturale

E’ dei giorni scorsi una sentenza del Tar Brescia che respinge la richiesta di un cremonese di vedere equiparati tre immobili di sua proprietà in centro storico a “immobili di interesse culturale” e in virtù di questo vedersi applicata la riduzione del 50% della base imponibile Imu e Tasi. I tre edifici, di cui due a ridosso del Duomo  erano stati riconosciuti come di “interesse culturale” e come tali annotati in catasto, dallo stesso Comune nel 2013, su richiesta del proprietario. Nel 2016 però, probabilmente a seguito della stretta sui controlli anti evasione più volte annunciata dal Comune, gli uffici competenti cancellavano quella definizione. In realtà, come spiega la sentenza a firma dei giudici della sezione prima del tribunale amministrativo, “gli immobili del ricorrente sono stati sottoposti, tra il 1953 e il 1956, a vincolo indiretto (attualmente v. art. 45 del Dlgs. 42/2004), a tutela delle condizioni di ambiente e di decoro di altrettanti edifici monumentali. Il vincolo consiste nel divieto di eseguire opere che possano danneggiare la luce o la prospettiva, o comunque alterare le condizioni di ambiente e di decoro, degli edifici monumentali”. Questo vincolo, secondo il proprietario, avrebbe dovuto equiparare le case a quelle vincolate in maniera diretta, quantomeno agli effetti fiscali.
“La tesi – spiega la sentenza –  nella sua formulazione letterale, non appare condivisibile. Solo la qualifica di bene di interesse culturale costituisce il presupposto per beneficiare del regime fiscale più favorevole. I beni sottoposti a vincolo indiretto non acquistano tale qualifica, in quanto sono collegati all’edificio monumentale solo per la funzione servente sul piano estetico. (…) In mancanza di un’equiparazione legislativa tra vincolo diretto e vincolo indiretto, non può essere superata la distinzione tra il bene servito (edificio monumentale) e bene servente (edificio con vincolo indiretto)”.

© Riproduzione riservata
Commenti