2 Commenti

Offrì 50 euro a poliziotto
per togliere multa. A giudizio
per istigazione a corruzione

giribaldi

L’avvocato Giribaldi

Avrebbe offerto 50 euro ad un agente della polizia stradale per convincerlo a chiudere un occhio sulla multa per eccesso di velocità. Oggi in udienza preliminare il giudice Pierpaolo Beluzzi ha rinviato a giudizio con l’accusa di istigazione alla corruzione, Victor Boricean, romeno, 61 anni, autotrasportatore che il 12 ottobre del 2015 era stato fermato nel cremonese durante un controllo stradale. Viaggiava oltre i limiti di velocità consentiti, e per questo l’assistente capo della stradale lo aveva informato che gli sarebbe stata comminata una sanzione. A quel punto, secondo l’accusa, il romeno avrebbe estratto dalla tasca una banconota da 50 euro che avrebbe appoggiato sul sedile del conducente. Poi, rivolgendosi al poliziotto, gli avrebbe detto: “Lascia stare la velocità, prendi quei soldi”. L’agente non aveva accettato l’offerta e l’autista è finito nei guai con la giustizia con l’accusa di istigazione alla corruzione. Per il suo legale, l’avvocato Stefania Giribaldi, il romeno non capiva né parlava bene l’italiano, e credeva di dover subito pagare la multa. Ecco perché, secondo la difesa, aveva estratto dalla tasca quella banconota. Se ne discuterà in aula il prossimo 16 marzo, data della fissazione del processo.

Sara Pizzorni

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Simone

    No, no, il romeno aveva capito bene! Ha solo sbagliato il luogo! Pensava di stare al sud dove alcuni poliziotti e carabinieri eccome se le prendono le mazzette!!

  • disqus_jQeGIpbFH9

    Forse pensava di essere in romania dove le mazzette sono ben accette!