4 Commenti

Bimba muore di meningite
non contagiosa, frequentava
la scuola Castello

Una bambina di tre anni di Cremona è morta nei giorni scorsi, per un’infezione da pneumococco (o streptococco pneumoniae) che aveva provocato una meningite. La bimba frequentava la scuola materna Castello, dove comprensibilmente si è diffuso l’allarme tra le mamme. Visto l’aggravarsi dei sintomi, la bimba era stata ricoverata all’ospedale di Cremona e da qui trasportata agli Spedali Civili di Brescia,  in terapia intensiva. Purtroppo non ce l’ha fatta. Dalle prime informazioni, pare che la bimba, affetta da fragilità a carico dell’apparato neurologico, avesse ricevuto le prime due dosi di vaccino antipneumococcico, uno di quelli raccomandati dal Ministero della salute nella prima infanzia e che le successive dosi fossero state sospese. Pare inoltre che da diverse settimane non stesse frequentando la scuola.

Numerose le telefonate allarmate all’Ats e all’ospedale di Cremona, da parte di genitori dell’asilo Castello per richiedere chiarimenti, tanto che la direzione ha deciso di esporre un avviso all’interno della scuola, a firma del medico competente dell’Ats Cremona Mantova, Angelo Monteverdi. “Come comunicato telefonicamente in data 20 febbraio alla referente della scuola materna – si legge – si rende necessario, viste le numerose telefonate, sottolineare che il caso di meningite che ha interessato una bimba frequentante l’asilo è dovuto a pneumococco (o streptococco pneumoniae). Questa forma non è contagiosa e pertanto non necessita di alcun provvedimento a tutela della salute, come previsto dalla DGR della Regione sulla prevenzione delle malattie infettive”. “A differenza di altri casi di meningite – spiega la dirigente del servizio di igiene e sanità pubblica dell’Ats Anna Barchiesi – come la meningococcica C o B, di cui si sta parlando molto in questo periodo e per le quali è stata avviata una specifica campagna vaccinale, in questo caso il batterio è diverso e non determina necessità di eseguire profilassi. Ad esserne colpiti sono soprattutto bambini e anziani e l’evoluzione può essere grave in caso di presenza di altre patologie di base”. Dal 1 gennaio l’esecuzione delle vaccinazioni è passata dalle competenze dell’Ats (ex Asl) all’Asst (ospedale), ma l’Ats mantiene quelle relative a vigilanza e controllo.

Lo Pneumococco è il microrganismo responsabile più frequentemente dell’otite media acuta del bambino; l’infezione pneumococcica è soprattutto la prima causa di meningite batterica e di polmonite batterica contratta in comunità (si stima sia coinvolto nei 2/3 dei casi di infezione).
Il sistema di sorveglianza delle malattie batteriche invasive, attivo nel nostro Paese, ha riportato nel 2011 almeno 260 casi di meningite da Pneumococco, pari a più del 70% di tutti i casi di meningite batterica notificati. Nei bambini la meningite è la manifestazione più frequente di infezione grave da Pneumococco, mentre le altre fasce di età (adulti e anziani) sono più spesso colpite da polmonite e batteriemia.

Informazioni sulle regole per la vaccinazione anti meningococco C e B e per il vaccino coniugato tetravalente, via mail: vaccinazioni@asst-cremona.it

Per prenotazioni: ambulatorio vaccinale tel. 0372/497507 dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 12.

g.biagi

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Miriam

    Era vaccinata…….

  • Matteo Masiero

    Come si fa vaccinare se la bambina aveva già dei problemi….

  • Jude Linda Low

    Complimenti a chi sapeva che aveva dei problemi ed ha cmq proseguito a vaccinare…. Povera cucciola…. 😣

  • icarused

    la morte di questa bambina è di un anno fa, tuttavia la causa del decesso non l’ha ancora certificata nessuno.