Commenta

Porte Aperte Festival fa il bis
con oltre 60 eventi
Anteprima con Stefano Benni

Anteprime il 21 maggio a Torino con Dulce Maria Cardoso e il 25 giugno a Cremona con l'autore di 'Prendiluna'. Poi la tre giorni del 30 giugno, 1 e 2 luglio: già confermati Nicolai Lilin, Il Pan Del Diavolo, la satira di Lercio, Alessandro Sanna, Simona Severini e moltissimi altri.

Venerdì 30 giugno, sabato 1 e domenica 2 luglio 2017: queste le date da segnare sul calendario della seconda edizione di Porte Aperte festival, dopo lo splendido incontro con Amélie Nothomb dello scorso febbraio in un gremito Auditorium del Museo del Violino. La manifestazione, che lo scorso anno al debutto catalizzò l’interesse di migliaia di persone, è promossa dall’omonima Associazione Culturale, con il Centro Fumetto Andrea Pazienza e in stretta sinergia e con la collaborazione del Comune di Cremona. Concerti, performance, incontri con disegnatori e autori di fumetti, scrittori e giornalisti, reading letterari, mostre, workshop, street art, artisti di strada, aperitivi con gli autori, visite guidate a scorci d’arte e architettura cremonese, rassegne di film, spazi di animazione per bambini. Oltre 60 eventi distribuiti in altrettanti luoghi da riscoprire del centro storico di Cremona, racchiuso nell’ideale cinta muraria secentesca della città.
«Un festival di respiro nazionale, costruito dal basso, che punta a mettere in rete le energie del territorio, valorizzare il tessuto artistico e culturale, rispondere con l’apertura, la curiosità e l’accoglienza alla follia dilagante dei muri e della paura dell’altro. Rigorosamente a ingresso libero», spiegano gli organizzatori Marina Volonté, Andrea Cisi, Mario Feraboli, Michele Ginevra e Marco Turati.
Anche quest’anno non mancheranno le anteprime. Domenica 21 maggio, a Torino, nell’ambito del 1° Superfestival, presso il Salone Internazionale del Libro, il PAF ha conquistato l’attenzione dei grandi media e la qualifica di Festival Partner, portando in Italia, direttamente dal Portogallo, Dulce Maria Cardoso, che presenterà in anteprima nazionale la sua nuova raccolta di racconti Sono tutte storie d’amore, edita da Voland. L’autrice sarà intervistata dalla giornalista culturale e scrittrice Annarita Briganti. Arricchiranno l’appuntamento la musica di Frey – accompagnata da Jacopo Delfini – e le illustrazioni di Francesca Follini: spazio dunque a due giovani e talentuose protagoniste della scena artistica cremonese, in rappresentanza dei tre linguaggi del Festival. La Follini sarà protagonista anche di una performance di digital live painting presso il Centro Commerciale CremonaPo, sabato 24 maggio, con lo scopo di annunciare al grande pubblico l’imminente arrivo del Festival.
Domenica 25 giugno si entra nel vivo con una prestigiosissima anteprima cremonese: alle 18:00, nel cortile di Palazzo Affaitati (Via Ugolani Dati, 4), Stefano Benni presenterà Prendiluna, suo nuovo libro. Sarà Elena Cappellini a dialogare con l’autore.
 Inaugurerà giovedì 29 giugno al Museo Archeologico di Via San Lorenzo Leros. Il mio viaggio, mostra fotografica di Antonella Pizzamiglio. Condurrà Stefania Mattioli e interverrà Antonino Minervino, direttore del Dipartimento di Salute Mentale dell’Ospedale di Cremona. Conclude il ricco panorama delle anteprime del festival la rassegna Porte Aperte ai Diritti, presso l’Arena Giardino, con la proiezione di tre film alla presenza di registi, produttori e protagonisti delle diverse tematiche trattate.
Il programma completo della tre giorni del PAF 2017 verrà svelato più avanti, ma gli organizzatori fanno trapelare alcuni eventi, dai quali si comprende come anche questa seconda edizione del Festival si presenti ricchissima di illustri personalità, argomenti e tematiche di spessore. Tra i nomi di spicco nel mondo della letteratura si segnala la presenza di Nicolai Lilin, con le sue Favole fuorilegge, di Alberto Schiavone, con il romanzo Ogni spazio felice, di Fabio Geda, autore di Anime scalze, e di Giorgio Vasta, che presenterà il suo libro Absolutely Nothing. Storie e sparizioni nei deserti americani, mentre Alessio Torino condurrà il workshop sulla scrittura.

I CONCERTI  – L’universo musicale sarà rappresentato, tra gli altri, dalla rock band siciliana Il Pan Del Diavolo, che porta in tour i brani del nuovo lavoro Supereroi, dalla cantautrice Simona Severini, in scena per il suggestivo concerto Da Monteverdi a Brian Eno, e dall’esibizione per contrabbasso solo di Matteo Bennici, musicista sperimentale in tour con Le Luci Della Centrale Elettrica. Particolare e stimolante l’incontro/performance con Piero Cipriano, autore del libro La società dei devianti, e Pierpaolo Capovilla (musicista con Il Teatro Degli Orrori e One Dimensional Man), con la partecipazione speciale di Gianni Rossi (di Radio Rete 180). Le eterotopie di crisi rappresenteranno uno dei filoni del Festival, come pure la figura del padre, esplorata in vari eventi, tra cui la presentazione di Mia figlia, Don Chisciotte, di Alessandro Garigliano, che dialogherà con Elena Varvello, scrittrice e poetessa.

Ben due appuntamenti in memoria di Primo Levi, di cui ricorre il 30° anniversario della morte: un incontro con Domenico Scarpa, direttore del Centro Studi Internazionali a lui dedicato, e la presentazione della graphic novel edita da BeccoGiallo, alla presenza degli autori Matteo Mastragostino e Alessandro Ranghiasci. Anche dalla galassia del fumetto, dunque, proposte di notevole spessore. Oltre al Primo Levi a fumetti, saranno ospiti del PAF Alessandro Bilotta e Matteo Mosca, autori della serie a fumetti Mercurio Loi, edita da Bonelli, come pure Alessandro Sanna, già acclamato autore della splendida mostra in Santa Maria della Pietà nello scorso inverno, che ritorna a Cremona per la nuova edizione del concerto disegnato – formula molto apprezzata lo scorso anno con Baronciani e Colapesce – che al PAF 2017 vedrà l’illustratore mantovano cimentarsi su schermo gigante sopra le note del trio jazz formato da Tito Mangialajo Rantzer, Francesca Ajmar e Marco Bianchi.
Ogni sera, dalle 20:00, ci si sposterà nello splendido parco di Porta Mosa, che proprio il PAF ha riportato a nuova vita culturale lo scorso anno, con molti autori e musicisti che si alterneranno sul palco centrale, tra cui anche alcuni talenti emergenti cremonesi.
Balza agli occhi, tra gli ospiti di rilievo nazionale, la satira di Lercio, ormai celebre testata umoristica online, il cui sottotitolo è tutto un programma: «Lo sporco che fa notizia».
Moltissimi altri appuntamenti completeranno il PAF, che punta ancora una volta ad animare la città attraversando linguaggi, contaminando esperienze e stringendo legami con tantissime realtà cittadine e non.

Gli aggiornamenti sul programma degli eventi si potranno trovare sul sito www.porteapertefestival.it e sulla pagina www.facebook.com/pafcremona. Per informazioni è possibile scrivere a porteapertefestival@gmail.com ed è sempre possibile sottoscrivere la tessera dell’Associazione Culturale Porte Aperte Festival, rivolgendosi ai contatti indicati.

© Riproduzione riservata
Commenti