Commenta

Michel Marchi lascia
la presidenza dell'Unione
dei Comuni Fluvialis

Il sindaco di Gerre de’ Caprioli Michel Marchi lascia la presidenza dell’Unione dei Comuni Fluvialis Civitas, nata poco meno di due anni fa e che comprende anche Pieve d’Olmi, San Daniele Po e Stagno Lombardo. Nella lettera di dimissioni, datata 18 maggio, Marchi spiega i motivi della scelta: è appena diventato papà, ha cambiato lavoro e non riesce più a dedicare all’incarico il tempo necessario.

Fra una trentina di giorni verrà scelto il successore, che ovviamente sarà uno degli altri tre primi cittadini: Roberto Mariani (Stagno Lonbardo), Davide Persico (San Daniele) e Attilio Paolo Zabert (Pieve d’Olmi). Novembre sarebbe stata la scadenza naturale del mandato, ma Marchi ha bruciato i tempi. Alla domanda se conserverà l’incarico come referente dei Piccoli Comuni in seno all’Anci, ci risponde “certo che sì”.

“In Anci – spiega – c’è una squadra che mi supporta per gli adempimenti amministrativi, io mi limito a rappresentare l’organismo negli incontri politici”. In questi mesi all’Unione saranno trasferite tutte le funzioni amministrative ora in capo ai quattro Comuni. Un percorso che dovrebbe concludersi all’inizio del prossimo anno.

SimBac

© Riproduzione riservata
Commenti