Cronaca
Commenta

Ricordati i 20 anni di amicizia con Zavidovici

L’Assessore alla Trasparenza e Vivibilità sociale Rosita Viola e la Presidente del Consiglio comunale Simona Pasquali hanno rappresentato il Comune di Cremona negli incontri con la comunità di Zavidovici (Bosnia Erzegovina) in occasione del ventennale dell’Associazione per l’Ambasciata della Democrazia Locale. Un viaggio importante per il territorio cremonese, legato alla città Zavidovici da una lunga storia di amicizia e collaborazioni. Con questa comunità sono state strette importanti relazioni istituzionali, di solidarietà, cooperazione e di amicizia.

Sono numerosi i volontari che da Cremona, durante e dopo il conflitto che ha visto coinvolte le varie popolazioni della ex Jugoslavia, sono partiti per questa città per dare il proprio contributo alla ricostruzione sociale e materiale, pagando anche con la propria vita. L’iniziativa è stata promossa dall’Associazione “Ambasciata della Democrazia Locale a Zavidovici”, per ricordare e rilanciare vent’anni di impegno e ha coinvolto amministratori locali, associazioni e tanti giovani. Questo viaggio ha avuto anche lo scopo di tenere viva la memoria di una drammatica pagina della storia europea contemporanea, oltre che ricordare figure come Fabio Moreni, Guido Puletti e Sergio Lana, morti per aiutare le vittime del conflitto.

L’Associazione ADL a Zavidovici è stata fondata nel 1996 dalla Provincia di Cremona, dal Comune di Alba, dall’Associazione dei Comuni Bresciani e dal Coordinamento Bresciano Iniziative di Solidarietà, con l’obiettivo di portare aiuto alle vittime del conflitto jugoslavo, indipendentemente dall’appartenenza etnica. Oggi l’Associazione rappresenta una finestra sull’Europa, un ponte di solidarietà per le persone bosniache ed italiane che continua a coinvolgere nei numerosi progetti di scambio, gemellaggio e cooperazione realizzati.

© Riproduzione riservata
Commenti