Cronaca
Commenta

'Altalena senza barriere' al parco Sartori dal Lions Club Campus Universitas Nova

Venerdì 7 luglio, alle ore 17.30, al parco di via dei Classici, si terrà la cerimonia di consegna al Comune, del gioco che si aggiungerà agli altri già presenti, rendendo così quest'area verde, molto frequentata, ancora più attrattiva per i bambini e i loro genitori

un esempio di altalena senza barriere

Venerdì 7 luglio, alle ore 17.30, al parco Sartori di via dei Classici, a conclusione del progetto “Altalena senza barriere”, si terrà la cerimonia nel corso della quale il Lions Club Campus Universitas Nova donerà al Comune un gioco che si aggiungerà agli altri già presenti, rendendo così quest’area verde, molto frequentata, ancora più attrattiva per i bambini e i loro genitori. Si tratta di un’altalena con una base più ampia, posata su una pavimentazione anticaduta, pensata per essere utilizzata da tutti, senza distinzioni. Questa donazione va a suggellare le iniziative promosse in occasione dell’Anno del Centenario dei Lions (1917-2017). Per il Comune saranno presenti il Sindaco Gianluca Galimberti, Rosita Viola, Assessore alla Vivibilità Sociale, e Alessia Manfredini, Assessore all’Ambiente. Interverranno Giuseppe Gramuglia, attuale Presidente del Lions Club Campus Universitas Nova, e le autorità del Distretto Lions: il Governatore Giovanni Bellinzoni, il Past Governatore Fabrizio Moro, il Vice Governatore Gianni Fasani e il Delegato Onlus Mauro Bosio.

L’iniziativa “Altalena senza barriere”, proposta da Giuseppe Gramuglia, Presidente del Club per l’anno 2016/17, è nata a seguito di un’indagine su tutti i parchi pubblici cittadini riscontrando la mancanza di giochi per disabili. L’idea è stata accettata favorevolmente prima da tutti i soci, poi dagli altri club cittadini tanto che il progetto è stato poi considerato come “Service del Centenario”. Il Comune di Cremona ha accolto con entusiasmo questa iniziativa diventando partner e lavorando a stretto contatto per la sua realizzazione. Il parco Sartori è stato scelto dopo un’attenta indagine su tutti gli spazi verdi della città dove mancano giochi per i disabili.

Questo tipo di giochi per i piccoli hanno un costo elevato, al quale bisogna aggiungere l’eventuale manutenzione. I cremonesi ne hanno capito l’importanza: hanno chiesto e ottenuto informazioni e hanno partecipato numerosi durante l’evento del Lions Day tenutosi in piazza Roma nell’aprile scorso, quando è stata organizzata una raccolta fondi.

A questi fondi si aggiungono gli importanti contributi ricevuti contributi dalla Onlus Distrettuale dei Lions “Solidarietà Clubs Lions 108 IB3 – Onlus”, dal Leo Club Cremona, dal Centro Studi Europeo Onlus. Hanno dato un aiuto fondamentale per la riuscita del progetto Cooperativa Prosus, Azienda Cartaria Lombarda S.p.a., Pizzeria Locanda del Contadino, Pizzeria lo Spuntino, Prima Cotta S.r.l., Rizzi Angelo, Valcolatte S.r.l., Uggeri Pubblicità, l’Associazione Go On e Roberto Capelli per l’intrattenimento musicale. Hanno aderito il Lions Club Cremona Host, il Lions Club Cremona Stradivari, il Lions Club Cremona Duomo, il Lions Club Cremona Europea, il Lions Club Campus Universitas Nova e Leo Club Cremona.

© Riproduzione riservata
Commenti