Commenta

Serra di marijuana in casa
30enne cremonese
patteggia otto mesi

L’avvocato Brambilla

Ha patteggiato otto mesi, pena sospesa, un operaio 30enne cremonese finito davanti al gup Christian Colombo con l’accusa di coltivazione e detenzione di sostanza stupefacente. Nella sua casa, l’imputato, difeso dall’avvocato Paolo Brambilla, aveva allestito una serra attraverso la quale, con l’ausilio di materiali specifici, aveva avviato una vera e propria piantagione di marijuana. L’8 agosto del 2014 i carabinieri avevano trovato in una delle stanze 110 grammi di marijuana, infiorescenze già essiccate che producevano 162 dosi di marijuana e nella serra 13 piante in fase avanzata di crescita che potevano far ottenere fino a 141 dosi di stupefacente. Nella serra, i militari avevano anche sequestrato tutto il materiale che serviva per la coltivazione, tra cui lampade e ventilatori. Il 30enne cremonese, incensurato, era stato arrestato e subito liberato. Per lui, iter giudiziario concluso con il patteggiamento.

Sara Pizzorni

© Riproduzione riservata
Commenti