Commenta

Danza Autunno
2017: mini rassegna
dal 26 settembre

Nel segno della femminilità prosegue al Teatro Ponchielli la ventinovesima edizione della rassegna di Danza con quattro appuntamenti autunnali, in una mini-rassegna denominata Danza Autunno 2017. Storiche protagoniste, indimenticabili creazioni ma anche una particolare attenzione ai giovani interpreti e ai nuovi talenti coreografici. Grazie alla collaborazione con il prestigioso MilanOltre Festival, il Ponchielli ospiterà Anne Teresa De Keersmaeker, rivoluzionaria coreografa che ha firmato creazioni divenute icone della danza contemporanea nel mondo, prima fra tutte la sua potente Rosas Danst Rosas (26 settembre).

A seguire (13 ottobre), Pompea Santoro, storica danzatrice e principale interprete del Cullberg Ballet, con i talentuosi giovani del suo EkoDanceInternatonal Project, analizzerà i ruoli femminili dei lavori di Mats Ek, straordinario coreografo che stravolse i classici del balletto, in una serata appositamente pensata per il nostro Teatro. Parola e movimento: con questi linguaggi Cristiana Morganti nel suo Moving with Pina (25 novembre) ci guiderà nell’universo di colei che inventò il teatrodanza, l’indimenticabile Pina Bausch.

A chiudere il programma, la storia di Aurora uno dei personaggi femminili più danzati in assoluto, nella rivisitazione contemporanea della Bella addormentata (13 dicembre) del coreografo emergente Diego Tortelli alla guida dei giovani dello Junior Balletto di Toscana.

Gli abbonamenti alla rassegna Danza Autunno 2017 Sono in vendita presso la Biglietteria del Teatro (prelazione ex abbonati Danza 2017 e nuovi abbonamenti), mentre i biglietti per i singoli spettacoli andranno in vendita da sabato 2 settembre.

IL PROGRAMMA

Martedi 26 settembre ore 21
ANNE TERESA DE KEERSMAEKER/ROSAS
ROSAS DANST ROSAS
Nel 1982 Anne Teresa De Keersmaeker, all’epoca ventiduenne, creò il suo primo capolavoro, Fase:  lo spettacolo fu una rivelazione grazie all’impatto di un linguaggio coreografico decisamente postmoderno basato sulla ripetizione. 
Un anno dopo la coreografa sorprese il pubblico ancora una volta con una composizione davvero potente, Rosas danst Rosas che apriva il Kaaitheater Festival di Bruxelles contemporaneamente segnava la nascita ufficiale della compagnia Rosas. Le quattro danzatrici – Anne Teresa De Keersmaeker, Michèle Anne De Mey, Fumiyo Ikeda e Adriana Borriello – furono i primi membri del gruppo.
Rosas danst Rosas ebbe un successo internazionale enorme e fu portato ripetutamente in tournée in tutto il mondo diventando un classico e un’icona nel repertorio di Rosas.  A 25 anni dalla sua creazione è stato imparato e danzato da centinaia di danzatori e nel 1997 Thierry De Mey ne fece un film. 
Oggi Anne Teresa ridà vita ad un capolavoro che non ha età.

Venerdi 13 ottobre ore 20.30
EKODANCEINTERNATIONAL PROJECT
L’UNIVERSO FEMMINILE DI MATS EK
La geniale creatività di Mats Ek, danzatore e coreografo oggi settantenne, è riconosciuta in tutto il mondo. Rivoluzionarie e straordinarie sono le sue riletture dei grandi classici della danza fra cui Giselle, La bella addormentata e Carmen. In queste opere, così come in tante coreografie “astratte” di Ek, predomina la figura femminile secondo la sua personalissima visione.
Giselle è una ragazza malata di mente rinchiusa in un manicomio, Aurora è un’adolescente tossicodipendente, Carmen è una donna talmente forte da sembrare un uomo. A scoprire L’universo femminile di Mats Ek ci aiuterà Pompea Santoro – storica danzatrice del Cullberg Ballet e interprete di tutti i balletti creati da Ek dal 1978 al 1998 – con l’ausilio dei talentuosi giovani danzatori del suo EkoDanceInternational Project.
Una serata pensata appositamente per il Teatro Ponchielli.

Sabato 25 novembre ore 20.30
CRISTIANA MORGANTI
MOVING WITH PINA
Con Jessica and me, presentato al Ponchielli lo scorso anno, Cristiana Morganti ha emozionato, divertito e commosso il pubblico in sala.
La storica interprete del Tanztheater di Wuppertal di Pina Bausch torna ora con un viaggio nell’universo di Pina Bausch visto dalla prospettiva del danzatore. 
Com’è costruito un assolo? Qual è la relazione dell’emozione con il movimento? Quand’è che il gesto diventa danza? Qual è la relazione tra il danzatore e la scenografia? E soprattutto, come si crea il misterioso e magico legame tra l’ artista e il pubblico? Eseguendo dal vivo alcuni estratti del repertorio del Tanztheater, Cristiana Morganti racconta il suo percorso artistico e umano con la grande coreografa tedesca e ci fa scoprire quanta dedizione, fantasia e cura del dettaglio sono racchiusi nel linguaggio di movimento creato da Pina Bausch.

Mercoeldi 13 dicembre ore 20.30
JUNIOR BALLETTO DI TOSCANA
LA BELLA ADDORMENTATA
Continua il percorso contemporaneo dello Junior Balletto di Toscana attraverso i classici della danza e dopo l’intenso lavoro di Davide Bombana su Romeo e Giulietta di Prokofiev è ora la volta de La Bella Addormentata di Pëtr Il’ič Čajkovskij vista dai giovani occhi del coreografo emergente Diego Tortelli.
Nella sua versione, Tortelli attualizza la favola di Aurora in una frenetica metropoli, specchio dei giorni nostri.

Mercoledi 13 dicembre ore 15
MAKING OF LA BELLA ADDORMENTATA
prova aperta riservata alle scuole di danza
con interventi introduttivi del coreografo Diego Tortelli.

© Riproduzione riservata
Commenti