Commenta

In vista dell'esordio della
Cremo allo Zini, incontro in
Questura sulle nuove direttive

All’ incontro, che rappresenta il primo passo verso una nuova politica di avvicinamento allo stadio, hanno partecipato i principali protagonisti del settore, tra cui l’allenatore della Cremonese Tesser ed il capitano grigiorosso Brighenti.

Si è tenuto presso la Questura di Cremona, presieduto dal Questore Gaetano Bonaccorso, il primo  “Kick off”, ossia la riunione, prevista dal Protocollo d’Intesa tra Coni, Figc, Ministro dell’Interno, Ministro dello Sport, Lega A, Lega B, nell’ottica delle nuove direttive impartite, volte a rivoluzionare il mondo del calcio, normalizzando l’evento sportivo quale momento di aggregazione sociale.

All’ incontro, che rappresenta il primo passo verso una  nuova politica di avvicinamento allo stadio , hanno partecipato i principali  protagonisti del settore,  tra cui l’allenatore della U.S. Cremonese  Tesser ed il capitano Brighenti.
L’informazione trasmessa dal questore Bonaccorso ha ripercorso le direttive del Capo della Polizia, per la realizzazione di un “ Nuovo modello di gestione del calcio”.

Il programma realizzabile in tre anni, è incentrato sui concetti di “inclusione , normalizzazione , responsabilizzazione”, con il tifoso al centro, per riconsegnare al calcio la sua originaria finalità di partecipazione , passione e divertimento.
In tale ambito , diventa strategico per le società , il rilancio della figura del Supporter Liaison Officer , quale servizio strutturato per la gestione delle partite sotto il profilo delle tifoserie.

Le prime innovazioni del protocollo, attuate  a Cremona, sono la fidelizzazione – e a tal proposito è in corso il processo di trasformazione della tessera del tifoso (che sarà abolita) in fidelity card – e la reintroduzione di megafoni e tamburi.

E’ stata, infine, stabilita la strategia per le innovazioni previste per il campionato 2018/2019.

© Riproduzione riservata
Commenti