Un commento

Settimana Europea della Mobilità:
mercoledì controllo
dei ciclisti in via Dante

Stretta sui ciclisti nell’ambito della Settimana Europea della Mobilità: una categoria spesso indisciplinata, che l’amministrazione punta a rieducare. A questo proposito mercoledì 20 settembre alcuni volontari di Fiab Cremona – con il presidente Piercarlo Bertolotti – gli  agenti della Polizia Locale, l’assessore Alessia Manfredini e i tecnici della Mobilità saranno presenti in via Dante, dalle ore 9 alle 12 per il primo di una serie di appuntamenti dedicati alla sicurezza ed al rispetto delle regole.

La scelta è caduta su via Dante per l’elevato volume di traffico ed il non corretto utilizzo da parte di numerosi ciclisti della sezione stradale a loro dedicata. Durante il presidio, che si terrà in zona Italmark, i ciclisti di passaggio saranno invitati i a un corretto utilizzo della corsia riservata, spiegando loro quali sono i rischi e le criticità nell’utilizzare le corsie riservate alle auto.

Cremona ha aderito anche quest’anno alla Settimana Europea della Mobilità, dal 16 al 22 settembre. Il tema scelto quest’anno dalla Commissione Europea per la #mobilityweek è la condivisione dello spazio, perché, come recita lo slogan “Condividere ti porta lontano” e condividere significa puntare a integrare in maniera virtuosa le diverse modalità di trasporto (mezzi a impatto zero come la bicicletta, il trasporto pubblico e quello privato) per ottenere città più vivibili e maggiore sicurezza negli spazi urbani.

Le altre iniziative in corso in questa settimana riguardano la prima il Bike Sharing. L’utilizzo della bicicletta più comodo ed economico per i brevi spostamenti in ambito urbano. L’offerta del servizio ad un prezzo agevolato è un premio per chi già lo utilizza abitualmente ed uno stimolo per chi ancora non lo utilizza. In caso di acquisto di ricarica online, l’accredito dei 2 euro di ricarica aggiuntivi saranno gestiti direttamente dall’ufficio Bicincittà una volta conclusa la Settimana della Mobilità.

La seconda iniziativa è #Codicedisicurezza. Si tratta della campagna promossa da Fiab con cui si sollecita istituzioni e politica sull’urgenza di procedere nell’iter di approvazione dell’attesa riforma del Codice della Strada, fermo in Senato da oltre due anni e mezzo. Il documento è di strategica importanza perché, per la prima volta, mette la “persona” al centro della normativa e individua nella “sicurezza” e nella “mobilità sostenibile” le premesse per la riscrittura del Codice: controllo della velocità, condivisione degli spazi, riorganizzazione del traffico urbano, promozione della mobilità pedonale e ciclabile e del Trasporto Pubblico Locale (TPL), per citare solo alcuni dei punti salienti.

Nei prossimi mesi verranno organizzati altri eventi per sensibilizzare sull’uso dei fanali nelle ore serali ed una maggiore attenzione e responsabilità nel passaggio delle aree pedonali, dove il ciclista è ammesso ma rimane pur sempre un ospite, e come tale si deve comportare.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Illuminatus

    Spero che lo facciano anche in Viale Po, magari anche la domenica quando gli aspiranti Moser in casco aerodinamico non usano nemmeno le ciclabili a loro riservati ed intralciano noncuranti, magari affiancati tra loro, il viale stesso!

    Pasando regolarmente col rosso, ovviamente…