Commenta

Opera di Franca Baratti alla
parrocchia di Sant'Agata: sarà
presentata domenica in chiesa

Domenica 15 ottobre alle 10.45 nella chiesa di S. Agata si terrà la presentazione alla comunità dell’opera”Agonia, volto di Cristo in croce” donata dall’autrice Franca Baratti alla chiesa della sua parrocchia. L’opera, realizzata con tecnica mista su tavola cm. 120 x 90, è stata definita dall’artista “una delle sue enigmatiche figure”. “Il volto è chiaro, delineato in netti  tratti del disegno, senza ricerca di qualche esoterico simbolismo: la crudezza del dramma si coagula attorno al  volto  appena  reclinato.  Ma  gli occhi socchiusi, le labbra appena smosse da un fremito, i capelli ricadenti, il biancore appena soffuso del corpo stagliato sulla quinta rosseggiante della Croce non concedono facili consolazioni simboliche: il dramma infinito della “”morte di Dio”  è racchiuso ma anche debordante dalla tela, come 1a risonanza di lamento che si fa eco”. La presentazione alla comunità parrocchiale riunita sarà curata dai critici d’arte Lia De Pra Cavalleri e Lepoldo Verona.

Franca Baratti nasce a Castelponzone nel 1923 e ben presto manifesta la sua vocazione all’arte. Frequenta a Milano il Liceo Artistico di Brera durante il periodo bellico alla scuola di insigni maestri. Nonostante una naturale  predisposizione anche verso la scultura, sceglie di dedicarsi prevalentemente alla pittura. Dal 1960 espone in collettive e personali in tutta Italia,  in numerosi paesi europei anche negli Stati Uniti. La ricerca incessante l’ha portata dalla fase espressionista verso l’informale, per poi far ritorno a un figurativo mediato da una personale tecnica materica e da atmosfere di evocazione metafisica. Dal 1993 ha realizzato varie mostre a carattere pubblico, presso Musei ed Enti culturali in Italia e all’estero. Sue opere si trovano in chiese, palazzi pubblici, raccolte pubbliche di arte moderna e  contemporanea. Vive a Cremona in via Bembo, parrocchia di S. Agata.

© Riproduzione riservata
Commenti