Commenta

Il Festival della Mostarda
fa il tutto esaurito,
successo di pubblico

Successo di partecipazione e pubblico per il Festival della Mostarda di Cremona, che nel week end ha visto una ricca serie di appuntamenti enogastronomici e culturali volti a promuovere uno dei prodotti tipici del nostro territorio, cercando altresì di sdoganarla dall’accompagnamento del bollito invernale. Come ha detto l’assessore Barbara Manfredini, presente nella tensostruttura allestita in piazza Roma per l’evento, “è un alimento da consumare tutto l’anno, unendola alla cultura enogastronomica, come raccomandano i nostri chef. Queste prelibatezze aiutano a sviluppare il turismo di qualità”.

Il Festival ha avuto il merito in questi anni di rilanciare un prodotto che fa parte della tradizione gastronomica padana ed è non soltanto un simbolo della cucina, ma costituisce un traino all’economia dei territori delle province di Mantova, Cremona e Pavia. Del resto la popolarità della vacanza enogastronomica è in forte crescita: secondo il Food Travel Monitor 2016, quasi la totalità dei turisti leisure partecipa ad attività legate al cibo e al vino nel corso dei suoi viaggi e circa la metà considera l’enogastronomia la ragione principale della vacanza.

Lo shopping del gusto sta diventando uno dei principali fattori di scelta di una destinazione: recarsi in un ristorante per un’esperienza memorabile, pranzare o cenare in un ristorante di alto livello e comprare cibo e bevande presso le botteghe alimentari sono le proposte maggiormente ricercate da chi viaggia (rispettivamente dal 63%, 44% e 47% dei turisti).

© Riproduzione riservata
Commenti