2 Commenti

Stralcio strada sud entra nella
variante Pgt; Galimberti incontra
i residenti di Giordano-Cadore

L'incrocio tra le vie Giordano - Bosco - Mosa (fotoSessa)

Attesa per l’assemblea di domani sera al quartiere 9, Via Cadore – Giordano, dove è stato invitato anche il sindaco Gianluca Galimberti a parlare delle prospettive in merito alla viabilità lungo la circonvallazione. L’incontro convocato dalla presidente del direttivo Maria Cristina Arata è fissato alle 21 presso l’oratorio Pei Nostri Fanciulli. L’assemblea è la prima dopo vari rinvii, che affronterà il tema del riordino viabilistico di via Giordano, dopo la decisione del Comune di stralciare dal Pgt la previsione della strada sud. Una decisione politica che adesso verrà recepita in chiave tecnica nel piano di governo del territorio in fase di variante. Di questa strada e di altre previsioni di modifiche viabilistiche, si parlerà infatti in commissione territorio mercoledì 18 ottobre, nel terzo aggiornamento sulla variante al Pgt, dopo quelli delle scorse settimane (il primo riguardava la modifica al piano integrato di intervento sulle aree dell’ex macello).

Oltre alla viabilità lungo via Giordano, il Pgt recepirà anche alcune indicazioni contenute nel Biciplan; in previsione c’è inoltre una nuova rotatoria lungo via Mantova prima dell’ingresso all’autostrada.

Altro tema che interessa il quartiere Giordano-Cadore è il nuovo insediamento Conad nell’area ex Snum, intervento che se da un lato suscita le rimostranze di alcune categorie commerciali, dall’altro sembra incontrare il favore di chi abita nella zona, anche perchè andrà a risanare un’area degradata da decenni. Le previsioni viabilistiche in questo importante snodo tra via Giordano e via Cadore non sono ancora state messe nero su bianco. Si parlava anche qui di una rotonda, all’intersezione via Bsco – Giordano, ma non è ancora certa.

g.biagi

© Riproduzione riservata
Commenti
  • massimo

    E fatela questa strada sud!! Ne gioverebbe l’aria di tutta quella zona

  • Daniro Auro Mandelli

    Ma certo, così restiamo intrappolati tra la via Giordano (che riceve il traffico del ring essenzialmente di matrice urbana) e la nuova strada sud (che riceverà anche il traffico esterno di matrice tangenziale! Oltre a creare una gravissima cesura tra la città e il fiume. Quanto sarà bello dall’argine maestro vedere il traffico con lo sfondo del Torrazzo! La soluzione è ridurre drasticamente il transito sulla via Giordano eliminando già ora il traffico di passaggio che si dirige in altre località e che potrebbe benissimo utilizazre la tangenziale. Volendo si può fare da subito!!!