Commenta

Esperia, tra B2 e settore
giovanile il trait d'union
è Nina De Lorenzi

L’Esperia Cremona ha sempre dato risalto al settore giovanile. In questo primo scorcio di stagione dal settore giovanile si sta allenando con la serie B2 di coach Finali, l’opposta Nina De Lorenzi. Classe 2002, originaria di Malagnino, che racconta così la sua esperienza nel gruppo più ‘grande’ della società gialloblu. “Sono stata molto contenta – spiega – quando mi hanno chiesto di aggregarmi alla B2. Ho pensato che fosse una buona opportunità per crescere e migliorarmi confrontando con giocatrici, se pur giovani, che posso vantare esperienze importanti”.

Nelle prime due giornate di campionato contro Senago e Gossolengo ha sostenuto le compagne dalla panchina. “Ero emozionata – racconta Nina – ed stato il proseguimento di un percorso sportivo. I consigli dell’allenatore e l’incoraggiamento delle compagne di squadra sono importanti ed utili per crescere. Non vedo l’ora di esordire”. Esperienza con la prima squadra ma anche con la Prima Divisione. “ Gli allenamenti in B2 mi stanno facendo crescere – commenta – è stimolante con ragazze più esperte. C’è molta serietà e fa venire voglia di dare di più, ad alto livello serve il massimo impegno. Questo non fa altro che migliorarmi e portare questa esperienza in Prima Divisione è utile”.

Studentessa al liceo scientifico Aselli di Cremona, Nina riesce a far coincidere gli impegni scolastici con quelli sportivi. “Sono sempre riuscita ad organizzarmi, facendo qualche rinuncia. Sono contenta così. Spero – conclude – di dare il mio contributo e proseguire al meglio questo percorso sportivo ed umano per me molto importante”.

© Riproduzione riservata
Commenti