Cronaca
Commenta3

Il messaggio del prefetto: 'Che siano garantite coesione sociale e sicurezza'

In occasione delle imminenti festività, anche il prefetto di Cremona Paola Picciafuochi, ha diffuso, attraverso una nota, il suo messaggio augurale:

“Il Natale ritorna, come ogni anno, con il suo carico di emozioni, le sue luci, i suoi colori, ma soprattutto ricco di quella speranza che aiuta tutti noi a vedere e ad affrontare la vita con ottimismo e passione, che fa nascere in ciascuno la convinzione di un futuro migliore e dà il giusto slancio verso l’esistenza.

Oggi mi accingo a trascorrere a Cremona il mio quarto Natale. Questi anni sono stati per me intensi e stimolanti, fatti di lavoro attento finalizzato a garantire la coesione sociale nonché ad incrementare la sicurezza del territorio, anche attraverso il rispetto dell’ordine pubblico e della legalità e la maturazione del senso civico.

Si è trattato di un’attività quotidiana di costante confronto, svolta sempre in sinergia con gli Organi di Polizia e con le Istituzioni locali e le Pubbliche Amministrazioni, sulla cui leale e fattiva collaborazione ho sempre potuto fare affidamento.

Per tali ragioni desidero esprimere il mio più sincero ringraziamento a tutti gli appartenenti alle Forze dell’Ordine, perché grazie al loro impegno, prezioso ed impagabile, nel contrastare qualsiasi forma di interferenza illecita nella vita individuale e nell’economia, sono riusciti ad ottenere ottimi risultati nella lotta alla criminalità, tutelando, attraverso il rispetto delle leggi, la pubblica incolumità e i diritti e la dignità di tutti i cittadini.

La più sincera gratitudine va anche agli uomini ed alle donne del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco per la dedizione e la professionalità con cui ogni giorno svolgono il proprio insostituibile compito.

Colgo l’occasione, inoltre, per rinnovare la mia attestazione di profonda stima ai Sindaci ed agli Amministratori locali, che si sono sempre adoperati con serietà e responsabilità per il progresso economico, sociale e culturale delle proprie realtà comunali.

A S.E. il Vescovo Antonio Napolioni e a S.E. il Vescovo Daniele Gianotti e a tutta la Chiesa diocesana, presente e solidale a fianco di quanti hanno bisogno di conforto e sostegno, va il mio grazie più sentito, per la collaborazione e l’amichevole vicinanza sempre dimostrata nei confronti della mia persona.

Rivolgo un augurio particolare ai direttori ed agli operatori degli organi di informazione, che sono stati veramente indispensabili per il costante ed intelligente apporto di chi sa leggere, raccontare ed interpretare i fatti della vita e le vicende della società.

Un pensiero di ringraziamento va, infine, anche a tutti coloro che, pur in un momento storico come quello attuale, caratterizzato da sfide impegnative, si sono resi disponibili ad ascoltare ed aiutare i più bisognosi, celebrando così ogni giorno il vero spirito natalizio.

A tutti loro e a tutti i cremonesi, con particolare riguardo ai giovani e ai più deboli che, per motivi diversi, necessitano più di altri dell’attenzione delle Istituzioni, giungano, quindi, i miei migliori auspici di un Sereno Natale e di un felice Anno nuovo.

Il Prefetto Picciafuochi

© Riproduzione riservata
Commenti