Commenta

Il PalaRadi torna a tingersi
di rosa: grande vittoria
per 3-1 contro Novara

Pomì Casalmaggiore – Igor Gorgonzola Novara 2-0 [25-23; 30-28]

CASALMAGGIORE – 1 Martinez, 3 Napodano, 5 Sirressi, 6 Grotheus, 7 Guiggi, 10 Starcevic, 11 Drew, 12 Guerra, 13 Zago, 14 Lo Bianco, 15 Stevanovic, 17 Rondon, 18 Zambelli.
All: Lucchi.

NOVARA – 1 Vasilantonaki, 3 Camera, 4 Plak, 5 Gibbemeyer, 7 Enright, 8 Skorupa, 9 Bonifacio, 10 Chirichella, 11 Sansonna, 12 Piccinini, 15 Zannoni, 18 Egonu.
All: Barbolini.

Il PalaRadi di Cremona torna a tingersi di rosa, con una bellissima vittoria contro la big Novara, battura da Pomì Casalmaggiore per 3-1 dopo una combattutissima partita.

Partenza sprint per le padrone di casa, che con un gioco fantasioso, preciso e puntuale mettono in difficoltà le avversarie, riuscendo a prendere le distanze già dai primi punti. Novara dal canto suo non sta ferma a guardare e parte all’inseguimento, riuscendo a raggiungere le rosa sul 10-10. La partita prosegue punto a punto, con due squadre che vogliono giocare bene e dimostrare il proprio valore, senza che nessuna delle due riesca a dominare. Le rosa giocano con determinazione, ma anche la squadra ospite non si lascia mettere i piedi in testa e il set continua con una parità da cui nessuna delle due formazioni sembra riuscire a sbloccarsi. Sul 21-22 contestazioni all’arbitro, che fischia un discutibile fallo alle rosa. Che riescono però a chiudere il set per 25-23.

Nel secondo set Pomì parte di nuovo bene, ma Novara non dorme sugli allori e ci mette poco a raggiungere le rosa. Le due formazioni proseguono punto a punto, con qualche episodio di arbitraggio un po’ controverso, senza che nessuna delle due riesca a prendere in mano le redini della partita, in una lotta senza vincitori. Qualche errore da entrambe le parti denota qualche accenno di stanchezza. Nessuna delle due squadre intende mollare, e sul finale il set si incendia, con le due formazioni agguerrite più che mai. E’ però di nuovo Pomì a portarsi a casa la vittoria per 30-28.

Novara non accetta un risultato che sembra decisamente a favore delle rosa, e nella terza ripresa scende in campo con una nuova grinta, che le consente fin dalle prime battute di portarsi in vantaggio rispetto alle rosa. Casalmaggiore dal canto suo accusa una certa stanchezza, che si manifesta con troppi errori in campo, tanto che le avversarie riescono a mettere  segno punti con una certa facilità, continuando ad incrementare un distacco che la Pomì, con i pochi punti messi a segno, non riesce più a colmare. A vincere il set è la squadra piemontese, per 25-15.

Il quarto set vede in campo una Casalmaggiore molto più concentrata e precisa, che ingrana la quarta e prende subito le distanze dalle avversarie. Il risultato tuttavia non è scontato e Novara parte all’inseguimento, tallonando le rosa sebbene non troppo da vicino, con un distacco che varia dai due ai quattro punti. Molte nel corso della partita le contestazioni nei confronti delle decisioni arbitrali, pesantemente fischiate dal pubblico ma osteggiate anche dalle stesse giocatrici rosa, che vengono raggiunte da un cartellino giallo, dopo il rosso arrivato all’allenatore Lucchi. Novara si avvicina pericolosamente alle casalasche 20-19. Casalmaggiore però non si lascia intimorire e riparte nella sua scalata, chiudendo per 25-22 e portandosi a casa la vittoria per 3-1.

Laura Bosio

© Riproduzione riservata
Commenti