Un commento

Rilievi del traffico, partita
la seconda fase, spire
attorno a piazza Lodi

Le spire in corso Matteotti poco prima dell'intersezione con piazza Lodi

Avviata la seconda fase della posa delle spire per il monitoraggio dei flussi di traffico in città. Dopo il ring esterno, tra cui via Giordano, con circa 26 apparecchiature posizionate all’inizio di febbraio, in questi giorni i cavi che conteggiano i passaggi degli automezzi sono stati posizionati nelle zone più interne della città ad esempio in corso Matteotti, quasi all’intersezione con via Santa Barbara che sbuca nel trafficato parcheggio di piazza Lodi. Un altro rilevatore di traffico si trova in via Carlo Speranza, in uscita dunque dal parcheggio, all’incrocio con via del Foppone. Previste in questa stessa tornata altre spire nella zona di via Persico – Brescia – San Bernardo, con particolare riferimento a via Gallazzi, da dove periodicamente si levano le critiche dei residenti che lamentano un eccesso di traffico dopo il riordino della viabilità. 28 le stazioni di rilevamento ipotizzate per questa seconda fase dal Comune, che ha avviato questa operazione per avere dati aggiornati in vista della redazione del piano urbano della mobilità sostenibile (Pums).

“L’acquisizione di dati aggiornati è la base di tutto, visto che è da 10 anni che manca un piano del traffico e dal 1994 che manca un piano della mobilità complessivo che riguardi tutta la città”, aveva dichiarato l’assessore Alessia Manfredini un paio di settimane fa quando il monitoraggio era iniziato. I nuovi dati sui passaggi e l’analisi di origine-destinazione saranno particolarmente utili anche per il comparto sud dove il Comune vuole avviare anche una rivalutazione dei parcheggi esistenti.

G.Biagi

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Mirko

    Se sono 10 anni che manca un piano e dal 94 che manca un piano della mobilita complessivo,cosa vi siete messi a fare strade a senso unico ,piste e modifiche a tutto spiano se non avevate dati???