Commenta

Cremonese - Pescara
La trasferta finisce
in parità 0-0

foto Sessa
Pescara – Cremonese 0-0
Pescara (4-3-3) Fiorillo; Balzano, Campagnaro, Perrotta, Mazzotta; Coulibaly (dal 19’st Valzania), Carraro, Brugman; Falco (dal 30’st Mancuso), Bunino, Capone. All. Zeman
A disposizione: Savelloni, Crescenzi, Yamga, Coda, Baez, Pettinari, Cocco, Fiamozzi, Machin, Gravillon, Capone.
Cremonese (4-3-2-1) Ujkani; Almici, Canini, Marconi, Renzetti; Cavion, Arini e Croce (dal 32’st Cinelli); Piccolo (dal 25’st Perrulli), Castrovilli; Scappini (dal 43’st Scamacca). All. Tesser
A disposizione : Ravaglia, Procopio, Claiton, Sbrissa, Paulinho, Pesce, Cinaglia, Macek, Garcia Tena.
Arbitro: Niccolò Baroni della sezione di Firenze, coadiuvato dagli assistenti Vincenzo Soricaro di Barletta e Marco Scatragli di Arezzo. Quarto ufficiale è il Ermanno Feliciani di Teramo.
Gol: nessuno
Ammoniti: Marconi, Campagnaro, Perrotta, Carraro.
Corner: Pescara 7, Cremonese 5
Lo schieramento è quello annunciato con un cambio di modulo rispetto al solito: i due trequartisti Piccolo e Castrovilli si piazzano dietro all’unica punta Scappini. In difesa non c’è Claiton, al suo posto Marconi, mentre a centrocampo Arini sostituisce Pesce. All’8’ di gioco la prima azione corale della Cremonese che non sfrutta un cross interessante di Almici. La partita è vivace e divertente. Al 13’ l’occasione più ghiotta per la Cremonese con Cavion che ci prova dalla distanza, para Fiorillo, e poi Castrovilli da buona posizione non trova il corridoio giusto. Al 20’ anche Piccolo va al tiro dalla distanza, Fiorillo para a terra. La Cremonese prende coraggio e avanza, schiacciando il Pescara che pare in difficoltà. Al 24’ sugli sviluppi di una punizione battuta da Piccolo dalla destra, Cavion ci prova in mezza rovesciata, il pallone sfiora la traversa. Al 35’ Castrovilli servito in velocità da Piccolo si fa anticipare in area da Fiorillo. Al 37’ si vede il Pescara con Brugman che dalla distanza sfiora il palo alla destra di Ujkani. Al 40’ punizione dal limite per la Cremonese, va Piccolo che colpisce male e non trova la porta. In chiusura di tempo anche il Pescara può usufruire di una punizione dai 35 metri, l’azione prosegue e Capone da posizione ravvicinata impegna Ujkani che salva la porta con una grande parata. Finisce 0 a 0 il primo tempo di Cremonese – Pescara.
Secondo tempo che si apre sulla falsariga del primo, con la Cremo che spinge e il Pescara che prova a giocare di rimessa. È la Cremonese a dettare i tempi di gioco e ad essere più pericolosa, anche se si conferma poco efficace negli ultimi metri. Al 10’ occasione per il Pescara con Almici che rischia l’autogol su un cross di Mazzotta, il pallone finisce in angolo toccato da Ujkani. Al 35’ gran tiro dal limite di Castrovilli a fil di palo con un bellissimo tiro a giro. Al 39’ Cavion dalla destra serve Scappini che di testa sfiora soltanto e non riesce a deviare la palla in rete, Fiorillo con un grande riflesso allontana il pericolo. Al 43’ è Mancuso a provarci ma il suo pallone finisce alto. Quasi allo scadere Tesser prova con la mossa Scamacca che sostituisce uno stanchissimo Scappini. Il finale è tutto grigiorosso con Cavion che suona la carica per tentare un ultimo affondo e provare a vincerla. L’ultima azione è un batti e ribatti in area senza che nessuno riesca a sorprendere Fiorillo. Finisce così 0 a 0. Un punto prezioso in attesa di recuperare l’attacco.
Cristina Coppola
fotoservizio Sessa

© Riproduzione riservata
Commenti