Un commento

Minaccia di morte
la moglie con un coltello,
rumeno denunciato

Ha minacciato di morte la moglie brandendo un coltello, affermando che l’avrebbe uccisa per poi togliersi la vita: è stato così denunciato per minacce aggravate un rumeno residente a Cremona, in via Giordano.

Due Volanti della Questura sono intervenute nella tarda serata di sabato 3 marzo, chiamate da alcuni vicini della famiglia, preoccupati per i toni particolarmente accesi della lite in corso. Gli uomini della Polizia, giunti sul posto tempestivamente, hanno trovato una donna rumena, da sola nella propria abitazione: secondo quanto da lei raccontato, la lite era iniziata già nelle prime ore del mattino, quando l’uomo era rientrato a casa visibilmente ubriaco dopo aver accompagnato i figli dai nonni. Successivamente i due si erano recati a fare spese.

Una volta rientrati a casa, senza i figli, l’uomo ha continuato a bere, tornando poi a scontrarsi con la moglie, in un crescendo degenerato nelle minacce con il coltello e nella rottura di alcune stoviglie. La moglie si è quindi rifugiata nella cameretta dei figli e, terrorizzata, ha chiamato il suocero, che è intervenuto portando via il figlio. Nel frattempo sono arrivate le pattuglie della Polizia, che hanno accompagnato la donna in Questura per la presentazione della denuncia, e hanno ricostruito nel dettaglio la vicenda, attivando la procedura per portarla al sicuro in una struttura protetta.

I poliziotti hanno anche recuperato i figli dall’abitazione dei nonni paterni, dopo aver superato la loro iniziale ritrosia e averli rassicurati in merito alla collocazione dei nipoti. Quest’ultimi sono poi stati potrati dalla madre nella struttura protetta. Nei confronti dell’uomo invece, oltre alle denunce per minacce aggravate, sono al vaglio della Questura anche eventuali altri reati che potrebbero configurarsi.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Mirko

    Hanno riempito Cremona di ottimi soggetti